Il Segreto degli Annwyn * The Annwyn’s Secret

Copertina del Romanzo ¦ opera di Tanner Michele
(Estratto dal romanzo  Il Segreto degli Annwyn)

La pioggia si riversa sopra i tetti della città ancora avvolta dalle tenebre. I guizzi argentei delle saette squarciano la notte illuminando i passi della giovane che corre a perdifiato lungo la pista ciclabile che costeggia il lago.
L’odore dell’acqua penetra ogni cosa, insinuandosi con prepotenza nelle narici della donna. Rivoletti spumanti trasportano lungo i bordi dei marciapiedi qualche foglia strappata dai rami degli alberi dalla forza del vento. Tutto è avvolto dalla semi oscurità, ogni forma appare come voler prendere vita ogni qualvolta un lampo profana la volta celeste. Gli alberi emergono come spettri d’altri mondi, mossi dalla furia degli elementi.
Apparentemente tutti dormono, cullati nel sonno, mentre vivono sogni che rappresentano una sorta di vita parallela nella quale incondizionatamente ognuno ci si ritrova.
Ma non per tutti è così: ci sono persone che coscientemente sanno trasportarsi da una dimensione all’altra, coartando con la forza psichica l’entrata in quel mondo paranormale dove possono manovrare la loro stessa esistenza.
Questi sognatori sono chiamati Annwyn e sebbene la loro struttura molecolare è esattamente uguale alla nostra nella finalità di proteggersi camuffando la loro presenza tra di noi, il potere della  loro mente è incommensurabile.
Gli Annwyn iniziarono a giungere in gran numero sul pianeta Terra attorno alla fine del secondo millennio. Inizialmente furono trattati come casi anomali, a volte sottoposti a vere e proprie torture psicologiche, solo in un secondo tempo si intuì il vero motivo della loro presenza: aiutare gli esseri umani a progredire spiritualmente e quindi salvarsi dall’imminente cataclisma planetario.
La donna che insegue il suo destino è in realtà una  di loro, una Annwyn, il suo nome è Chrysalis: per gli amici Chrisa.
Chrisa sosta qualche secondo guardandosi alle spalle.  Respira affannosamente e percepisce la sua presenza. E’ conscia che l’inseguitore non le darà tregua fino a quando non sarà uscita dalla fase R.E.M. (1).
Perde, per una frazione di secondo, il suo equilibrio poggiando il piede sopra qualcosa di scivoloso e sorpresa, si china verso terra scorgendo uno strano manufatto relativamente piccolo. Sfidando il pericolo di perdere il vantaggio che la separa dall’inseguitore, ma dominata dalla tipica curiosità degli Annwyn, Chrisa raccoglie l’oggetto da da terra senza neppure verificare la sua natura, lo infila di fretta nella borsa che porta a tracolla.
Cateratte d’acqua inondano la striscia asfaltata dipinta di verde della ciclopista che come una serpe velenosa la porta più ad est verso il porto. Non c’è in giro anima viva in quell’ora inopportuna; tra poco l’alba inizierà a rischiarare il cielo da oriente e cancellerà le paure della notte.

Avalon, anno di grazia 2212

Mi piace percorrere diversi Sentieri… esplorare meandri della mia Anima rimasti socchiusi nei secoli… questa bozza è l’inizio di una nuova avventura, conturbante come la protagonista… Chrysalis è umana solo nel suo involucro fisico… ma, nel contempo, è una Annwyn.

Link al sito dove sono inseriti dettagli sul nuovo romanzo:

http://annwynsecret.wordpress.com

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: