• Semplicemente… donna

    Sara Luna e Claudine
  • me and my girl :-)
  • Mi sento unicamente una "Cittadina del Mondo"
    figlia, madre, amica, compagna, donna...
    Ho viaggiato lungo rotte conosciute ed altre ignote, per lavoro ma anche per curiosità o solo per il desiderio di scoprire nuovi luoghi!
    L'esperienza a contatto con altri popoli, religioni e culture, mi ha insegnato a venerare Madre Natura ed ogni forma di vita che ci conduce a valutare precetti inconfutabili, ma che purtroppo troppi ignorano nel più assoluto egoismo.
    Vi apro le porte del mio mondo virtuale... seguitemi lungo l'itinerante scorrer d'acqua lasciando traccia di vissuto.

  • What they say… about her!

    What to say about Claudine? She is passionate about living a present, balanced and authentic life, with a healthy dose of humor! She loves to travel the world, explore new places, people and food, but equally loves to retreat into silent solitude. She is a writer who follows a hidden path, into an unfamiliar world. If you just surrender and go with her on her eerie journey, you will find that you have surrendered to enchantment, as if in a voluptuous and fantastic dream. She makes you believe everything she sees in her fantasy and dreams. But as well you take a journey to the frozen mountain peaks of the north of Europe, to the crowded sweating streets of Mexico or Africa. Her characters are wonderfully real and wholly believable perfectly situated in her richly textured prose. She’s a lovely person and she writes with exquisite powers of description! She’s simply great! R. McKelley

    ***

    Chi è Claudine? Lei è appassionata nel vivere al presente una vita equilibrata e autentica, con una sana dose di humour! Ama viaggiare per il mondo, esplorare nuovi luoghi, persone e cibo, ma ugualmente ama ritirarsi in solitudine, nel silenzio. E' una scrittrice che segue un sentiero nascosto, verso un mondo sconosciuto. Se solo vi arrendete e andate con lei in questa spettacolare avventura, realizzerete che vi siete confidati all’incantevole, come in un sogno fantastico ed avvolgente. Vi farà credere ad ogni cosa che lei vede nei suoi stessi sogni e fantasie. Ma inizierete anche un viaggio verso le cime ghiacciate del nord Europa, verso le strade affollate del Messico o Africa. I protagonisti sono magnificamente reali e totalmente credibili stupendamente inseriti nella ricca trama di prosa. E’ una “grande” persona e scrive con uno squisito potere descrittivo. E’ semplicemente magnifica.

  • **BLOG** Sara Luna – il mondo virtuale di una (piccola) violinista e violoncellista

    travelingabout.wordpress.com
  • **BLOG** Emanuele Giosuè – il mondo virtuale di un (piccolo) pianista

“The Annwyn’s Secret” by Claudine Giovannoni

Una bella recensione del romanzo Il Segreto degli Annwyn, ora disponibile in lingua inglese.

Translature

I was pleased to read on the author’s blog that one of her recent books, Il Segreto degli Annwyn, has been translated from Italian into English.
The Annwyn’s Secret is a novel set in the XXIII century and the future scenario it presents is not as positive as one could possibly hope for. In fairness, some may find it not so surprising, considering the numerous red flags on matters of environment and pollution. Providing a bit of background on the events, the first pages of the book reveal that in 2022 a fatal cataclysm raged out across the planet, causing immeasurable damage and the death of millions of people. Thus, the surviving world population was forced to move to those few remaining habitable areas. However, they had to adapt severe security measures and get used to live under the constant threat of emergency occurrences.

Remarkably, Claudine’s book is not about the end of…

View original post 1,147 more words

Do you want to meet her?

Chrysalis will tell you her story…
after the success of the original version in Italian, the novel “The Annwyn’s Secret” is purchasable on Amazon.com in English.
Don’t miss the chance for the special discounted price for £ 7.99! Get your copy now…

Get your copy here on Amazon.co.uk

Copertina_Inglese_The_Annwyn's_Secret

By the way… if you need the original version in Italian, click on the link below.

A proposito… se desideri ordinare la versione originale in lingua italiana, accedi al link

 

Per ordinare la versione italiana del romanzo

copertina_finale

.

The new novel by Arturo Monterroso

Cubierta La libélula mecánica

La libélula mecánica y el averiguador  *  Arturo Monterroso

http://www.librerianorma.com
Editorial Norma– Ciudad de Guatemala , agosto 2016
ISBN 978-9929-42-210-0

(for now, only in the original Spanish version… the book need to be translated!!!)

 

Gunshots in the silence of the night mark the beginning of this story enigma, search, and conflict. Monterroso in this novel creates an intrigue in which they play characters and situations that arise in the reality of Guatemala to project every geographical where power weaves his plot. A novel of this time, is an invitation to read for those who enjoy adventure and mystery.

…oOo…

Unos disparos en el silencio de la noche marcan el inicio de esta historia de enigma, búsqueda y conflicto. Monterroso crea en esta novela una intriga en la que juegan personajes y situaciones que nacen en la realidad de Guatemala para proyectarse a cualquier geografía donde el poder teje su trama. Novela de este tiempo, es una invitación a leer para quienes disfruten de la aventura y el misterio.

…oOo…

Spari nel cuore della notte segnano l’inizio di questa storia enigmatica, di ricerca e di conflitto. Monterroso in questo romanzo crea un intrigo nel quale si muovono personaggi e situazioni che si presentano nella realtà guatemalteca, ma riscontrabili in qualsiasi geografia in cui il potere tesse la sua trama. È un romanzo di questo tempo, è un invito a leggere per coloro che amano l’avventura e mistero.

 

.

About the author Arturo Monterroso
He was born in Guatemala in 1948. His relationship with literature comes from several areas: the university, writing workshops and creative writing and journalism, especially in the cultural section of elPeriódico.
In his work as a writer has published the storybook The hidden anger, two novels for young people: (La mosca dragón) – *Norma* and In search of Olivia (En busca de Olivia) – *Santillana*, as well as stories and articles in newspapers and magazines.
He received the Novella 1995 Award for Oscuridad del piano  and the Award Brevísimos Dinosaurios 2009 del Centro Cultural de España, for Soy feliz.
La libélula mecánica y el averiguador is his latest novel for young people.

…oOo…

Sobre el autor  Arturo Monterroso
Nació en Guatemala en 1948. Su relación con la literatura proviene de ámbitos diversos: la universidad, los talleres de redacción y escritura creativa y el periodismo, especialmente en la sección cultural del diario el Periódico.
En su trabajo como escritor ha publicado el libro de cuentos La ira oculta, dos novelas para jóvenes: La mosca dragón (Norma) y En busca de Olivia (Santillana), así como cuentos y artículos en periódicos y revistas.
Recibió el Premio Novella 1995 por Oscuridad del piano y el Premio Brevísimos Dinosaurios 2009 del Centro Cultural de España, por Soy feliz.
La libélula mecánica y el averiguador es su novela para jóvenes más reciente.

…oOo…

In merito all’autore Arturo Monterroso
E ‘nato in Guatemala nel 1948. Il suo rapporto con la letteratura proviene da diverse aree: l’università, laboratori di scrittura e la scrittura creativa e il giornalismo, in particolare nella sezione culturale di el Periódico.
Nel suo lavoro di scrittore ha pubblicato il libro La rabbia nascosta (La ira oculta), due romanzi per ragazzi, La Libellula  (La mosca dragón) – *Norma* e Alla ricerca di Olivia (En busca de Olivia) – *Santillana*, così come le storie e articoli in giornali e riviste.
Ha ricevuto il Premio Novella 1995 per Oscurità del piano (Oscuridad del piano) e il Premio Brevísimos Dinosaurios 2009 del Centro Cultural de España, per Sono felice (Soy feliz).
La libellula meccanica ed il ricercatore (La libélula mecánica y el averiguador)  è il suo ultimo romanzo per giovani.

.

A new family member… Tommy

Tommy

My husband and I we are “animal rights activists” …   and with our example, we hope to raise awareness and bring many others to behave compassionately towards these creatures that have exactly our  same rights!
This eight years old gorgeous boy is Tommy. He just arrived yesterday and still he is scared because of the new environment.
His previous human-companion gave him away since he didn’t have enough time to stay with him and the cat was confined in a little space, all day alone.
He will need some days before meeting the other felines living with us. Actually, we are a bit concerned since Cocoa (the Ukraine abandoned kitten saved by to special friends) is an Alpha cat… we put some diffuser Feliway with Pheromones hoping that will help to calm Tommy (but as well the other who will meet a new family member).

Unfortunately, there is not yet sufficient awareness in relation to all these creatures who share our planet Earth. Every gesture of love towards them is so basic and giving a good example is the thing that I consider the fairest.
Maybe someday humans will reconsider their attitude towards what we just simply call “animals”…

…oOo…

Mio marito ed io siamo degli “animalisti”…
Con il nostro esempio, speriamo di sensibilizzare l’opinione pubblica e portare tanti altri a comportarsi in modo compassionevole verso queste creature che hanno i nostri stessi diritti!
Questo magnifico gattone maschio si chiama Tommy. È arrivato ieri sera ed è ancora molto spaventato a causa del cambiamento.
Il suo precedente amico-umano lo ha dato via in quanto non poteva più occuparsi di lui; il micio era confinato in un piccolo spazio e sempre da solo.
Necessiterà qualche giorno prima di poter incontrare i nostri altri gatti. In verità mio marito ed io siamo un po’ preoccupati a causa di Cocoa (il gatto abbandonato in Ucraina salvato da due carissimi amici) è un micio Alfa…
Abbiamo messo dei diffusori di feromoni Feliway per calmare Tommy… ma anche gli altri, che hanno già sentito l’odore di un nuovo membro della famiglia.

Purtroppo non vi è ancora sufficiente presa di coscienza nei confronti di tutte queste creature che condividono con noi il nostro pianeta Terra. Ogni gesto d’amore nei loro confronti è quindi basilare e dare il buon esempio è la cosa che considero la più giusta.
Forse un giorno gli umani riconsidereranno il loro atteggiamento nei confronti di quelli che semplicemente chiamiamo “animali”…

 

 

There are few real good friends…

nadia_dresti_rectangle

copyright Festival del Film Locarno  –  Nadia Dresti vice-director at the Locarno Film Festival

Even if sometimes you get into bad experiences, that type which make you grow in every sense of the word (see previous post), there still are friends with whom you developed a deep, honest and unbreakable feeling.
I am so proud of her: she went all the way up hill, she managed to get into a very difficult man’s world and she did it all by herself!
She is tenacious, humble, intelligent and with bright ideas and mistic goals.
She may be a good example for a lot of us women, since we’re trying to achieve our dreams and see them materialised.

Moreover being chosen (or voted) as a  Parmigiani Woman of Exception  was Nadia’s true recognition of her career and accomplishments over many years.

see interview  FESTIVAL_LOCARNO

…oOo…

Anche se a volte si vivono brutte esperienze, quel tipo che ti fanno crescere in ogni senso della parola, ci sono ancora amici con i quali si ha sviluppato un sentimento profondo, onesto e infrangibile.
Sono così orgogliosa di lei: ha fatto tutta la strada in salita, riuscendo ad entrare in un non facile entourage maschile e lei ha fatto tutto da sola!
È tenace, umile, intelligente e con idee brillanti e obiettivi mistici.
Lei può essere un buon esempio per molte noi donne, che cerchiamo di raggiungere i nostri sogni per vederli materializzati.

Inoltre essere stata scelta quale  Parmigiani Woman of Exception   per Nadia è stato un vero riconoscimento della sua carriera e delle sue realizzazioni nel corso di molti anni.

vedi l’intervista   FESTIVAL_LOCARNO

Intervista Nadia

 

 

 

Cowspiracy: the sustainability Secret

 

Cowspirary

The film that environmental organizations don’t want you to see!
Il film che le organizzazioni ambientali non voglio che tu veda!

Here a very interesting article by Dr. Will Tuttle Ph.D.   (English language)

Il film documentario del 2014 (prodotto in crowdfunding) analizza l’impatto ambientale degli allevamenti per la produzione di carne e latte nonché della pesca e investiga le politiche della maggiori organizzazioni ambientaliste internazionali spesso reticenti ad affrontare il tema.  TRAILER (sub.ita)  FACTS

Venerdì 15 luglio 2016 ore 19:30

Presso SUPSI – Aula A004
Campus Trevano di Canobbio

Da recenti studi e report si sta delineando lo scenario per il quale il consumo di alimenti di origine animale è la maggiore causa del surriscaldamento globale (gas serra pari o maggiore dei trasporti), consumo di acqua, deforestazione, estinzione delle specie, e causa di zone morte negli oceani.

Oltre che ovviamente comportare la morte di miliardi di animali all’anno.

Per avere un’idea dell’impatto di carne e latte sul vostro bilancio personale (società 2000 W) in invito a provare il calcolo su ECOSPEED  (la demo è gratuita).

Essendo un evento “privato” e a scopo didattico, si prega di confermare la propria partecipazione a:      carlo.gambato@supsi.ch

.

Cow&baby

.

 

Report of animal abuse in Moscow

images

This is a report of severe animal abuse.
Attention: the following short reportage contains graphic images and indescribable living creatures’ sufferance.

 

It is not suitable for sensitive persons, refrain from watching…
but please share within your followers, on FB or using the e-mail.
I started a petition on AVAAZ, see link below.

I put the names of the State Commissioners and Regulatory Authority of the South-East Autonomous District of Moscow.

.

State Commissioner – the officials of the National public establishment
National public establishment
Housing and utility infrastructure and the South-East Autonomous District of Moscow
V.V. Stolyarov
N.I. Belyakov
N.O. Afanasieva
G.V. Nazarova
O.I. Tolomeeva
A.Y. Uvarov

Regulatory authority for the National Public Establishment
prefecture of the South-East Autonomous District of Moscow
Officials:
E.L. Afanasenkov
S.E. Zhukova
A.V. Konovalov
Y.I. Chuprina
A.V. Tsibin

PLEASE SIGN HERE THE PETITION 1322263905

 

Thank you for helping me create a better World for all sentient beings, for the future generations.
I wish each one of us shall be instructed from birth in the equality of all sentient life forms.

.

The story you will see…nowhere else!

Let’s make justice out there!

Animals are sentient beings, as us… and they are better than humans… they deserve respect, love and caring… but most of all they deserve FREEDOM. Zoos, any type of captivity shall be banned from this planet: once and for all.
I stand beside the animalists and each group or association who try hard to reach this goal! Be safe, be brave and let’ show our strong commitment.

Be vegetarian… then try to go vegan. Do it now, before it is too late!

:-) claudine

 

 

National Animal Rights Day 2016 draws a massive crowd for a funeral for factory farmed animals right under the famous Hollywood sign. It’s more dramatic than a movie. Yet, mainstream media di…

Source: The story you will see…nowhere else!

 

Another great Victory for AVAAZ

glyphosateprotest

Link per AVAAZ

18 mesi fa, il controllo di Monsanto sull’agricoltura mondiale sembrava inattaccabile.

Oggi, dopo più di 20 campagne, 2 milioni di firme, centinaia di migliaia di telefonate, messaggi e incontri con i Ministeri, manifestazioni e articoli di giornale… l’intero “modello Monsanto” è stato messo in dubbio.

L’Unione Europea ha appena bocciato il rinnovo della licenza del pesticida glifosato, il prodotto più redditizio di Monsanto, che da solo rappresenta un terzo dei suoi profitti. Una decisione gigantesca.

Se pensiamo a dove eravamo all’inizio di quest’anno e dove siamo ora, AVAAZ è stata indiscutibilmente una forza cruciale in questa battaglia per sospendere il glifosato.

Link to collage Monsanto model

(in a 2nd. time, I guess the link was obscured… from s.o. who doesn’t want you to see)
When we launched this campaign a year ago we were told there was no way we could win. This week’s vote is a key victory for our community’s tenacity, for the people of Europe, for independent science, and it is a crucial step towards our whole world’s food future!

Without the support of EU governments, the Commission should act with precaution. Even if it renews glyphosate’s license for 18 months pending further science, we will keep fighting to ensure the review is independent.

While the battle to get glyphosate out of our parks, playgrounds and fields is far from over, this powerful step takes us closer, and our movement has played a key role in it. For the sake of our health and our planet, let’s keep up the fight until we win.

 

La battaglia è ancora lunga. Ma se Paesi come Germania, Francia e Italia hanno sfidato per la prima volta le basi stesse dell’intero modello Monsanto, da questo momento niente sarà come prima!

glyphosateplacard

Leading EU parliamentarian Pavel Poc just said: “Avaaz is indisputably the driving force of the fight for glyphosate discontinuance.” Here’s what we have done together to make what seemed impossible, possible:

 

link per approfondire in dettaglio

Please join this great Family and participate at the campaign! 

Together we can save our Planet from a bitter end, for the future generations…

…oOo…

 Unitevi a questa grande Famiglia e sostenete le sue campagne!

Insieme possiamo salvare il nostro pianeta da una fine amara, per le generazioni future…

 

.

Presentazione letteraria di Alberto Jelmini

biblioteca_asaco_i00000b

Giovedì 9 giugno, ore 18.00
Giardino della Biblioteca popolare, Piazza Motta 37, Ascona
(In caso di pioggia: sala di lettura della biblioteca)
Entrata libera

per la presentazione della nuova raccolta di poesie

…oO     ESSENZA DI DONNA    Oo…

di Alberto Jelmini
Edizioni  “Alla chiara fonte”  –  Lugano.

Riccardo Tiraboschi leggerà le poesie, accompagnato dalla chitarra di Stefano Marcionelli.

“Una quarantina di brevi poesie tutte ruotanti attorno al tema della donna, vista soprattutto come amica, confidente, reale o vagheggiata, spesso ricordata quale fulcro d’un momento particolarmente felice. In “Essenza di donna” la figura femminile appare come portatrice di luminosità e bellezza. I suoi sorrisi, i suoi rituali e la sua gestualità sembrano alleggerire l’animo del poeta distogliendolo da angosce segrete e conducendolo ad uno stato di serenità. Il poeta, silenzioso osservatore della gestualità femminile, si scopre ladro di sorrisi. Sembra inoltre conoscere da vicino l’universo femminile, del quale coglie con facilità gli stati d’animo. Non sempre delicato è però l’impatto della donna sull’io poeta: un solo sguardo e il suo mondo è sconvolto.” (Dalla prefazione di Lisa Ferretti)

DSC00195

Alberto Jelmini, nato nel 1938 a Lurengo, ha seguito gli studi magistrali e ottenuto il dottorato in lettere all’Universita di Friborgo. Ha insegnato italiano in tutti gli ordini di scuola. Del 2008 la prima pubblicazione poetica Poesie (Locarno , Dadò), finalista al concorso Mario Luzi di Roma, seguita da altre due: Tracce, con Claudine Giovannoni (Balerna, Ulivo, 2011) e Poesie sulla tavolozza (Locarno, Dadò, 2012). L’estate scorsa ha pubblicato il volume “Affetti su carta” (Balerna, Ulivo, 2015). Ora esce (maggio 2016) la nuova raccolta di poesie che sarà presentata nel corso della serata.

The strength of Nature * la forza della Natura

Actually this is only a cartoon…
I have seen few dystopian movies, I’m Legend just to name one, where nature take back its place .
Others, like Divergent, Shaman, Hunger Games or Cloud Atlas, bring us into some mistic territory where you really have to open up your mind and accept the real possibility that we only are confined into a small space created by ourselves.
And all that is to enable us to manipulate our deepest feelings (to protect our inner soul), trying to escape the paralel reality: that everything is only a projection of our mind!

 

copyright Filmakademie Baden-Württemberg GmbH
.
In realtà questo è solo un cartone animato…
Ho visto diversi film distopici, Sono Leggenda per citarne uno, dove la natura riprendere il suo posto.
Altri come Divergent, Shaman, Hunger Games o Cloud Atlas, ci trasportano in un territorio mistico in cui
veramente necessitiamo d’aprire la mente e accettare la reale possibilità che noi siamo solo confinati in un piccolo spazio creato da noi stessi.
E tutto ciò per permetterci di manipolare i nostri sentimenti più profondi (per proteggere la nostra anima interiore), cercando di sfuggire alla realtà parallela: che tutto è solo una proiezione della nostra mente!
.

Avaaz Petition – Shut down the Yulin dog meat festival!

Together We Can Make a Change Please Sign ~ Let the Chinese Government Know….We Won’t Stop Singing Until They Stop The Killing!!!

https://secure.avaaz.org/en/stop_the_puppy_slaughter_loc/?tlGazab

via Avaaz – Shut down the Yulin dog meat festival!

 

How arrogance and stupidity may ruin a friendship

flute

One thing that I really can not stand is the arrogance  and the haughtiness.
Worse if it hurts a friendship that involves my children. The stupidity and selfishness of certain adults harms not only their children which, even if in their subconscious, will rebuild in life the parenting models, but also the relationship that can bind two or more families.
Unfortunately, when this happens, it is not the aggrieved party that has to apologize, but rather those who wrongly acted in bad faith… and punctually that does not happen because the arrogance is the worst of deterrents.
If you know the thesis of S. Karpman (cognitive psychology), to exit from this kind of “triangle” is simple… even though it may be painful because it means breaking ties.
Cheap moral: when a crystal glass breaks … you can just throw the pieces, it is not worth trying to fix it!

All the world’s a stage,
And all the men and women merely players;
they have their exits and their entrances,
and one man in his time plays many parts…

(Shakespeare)

…oOo…

Una cosa che veramente non sopporto è l’arroganza e l’alterigia.
Peggio se quest’ultima danneggia un rapporto d’amicizia che coinvolge i miei figli. La stupidità ed egocentrismo di certi adulti nuoce, non solo ai propri figli che seppur nel loro subconscio si rifaranno nella vita ai modelli genitoriali, ma anche al rapporto che può legare due o più nuclei famigliari.
Purtroppo quando questo accade, non è la parte lesa che deve scusarsi ma bensì chi con torto ha agito in malafede… e puntualmente ciò non accade poiché l’arroganza è il peggiore dei deterrenti.
Se si conosce la tesi di S. Karpman (psicologia cognitiva), uscire dal questo tipo di “triangolo” è semplice… anche se può risultare doloroso poiché significa spezzare dei legami.
Morale spiccia: quando un bicchiere di cristallo si rompe… si possono solo buttare i cocci, non vale la pena cercare di ripararlo!

“Tutto il mondo è un palcoscenico.
E tutti, uomini e donne non sono che attori;
hanno le loro entrate e le loro uscite,
ciascuno nella sua vita recita diverse parti…”

(Shakespeare)

Karma, our life’s composer

pentagramma

Possiamo paragonare la vita a uno spartito di musica il cui compositore è il nostro Karma.
A noi di suonare le note con musicalità, osservando la migliore tecnica possibile, interpretando le nostre variazioni o cadenze, laddove ci è dato modo…
Dobbiamo essere consapevoli che lo Spartito seguiterà a esistere anche dopo la nostra morte e che ci accompagnerà anche nella prossima reincarnazione, completato con tutto ciò che vi introdurremo in questa esistenza, nel positivo come pure nel negativo.
Perciò è importante non scordare che gli artefici del nostro Karma siamo unicamente noi stessi.    (copyright  Claudine)

We can compare Life to a music sheet whose composer is our Karma.
We play the notes with musicality, looking at the best possible technique, interpreting our variations or cadences, where we are given to do so…
We must be aware that the Music Sheet will continue to exist even after we die, and that will also accompany us in the next reincarnation, completed with all that we will introduce in this existence, in the positive as well as in the negative.
Therefore it is important not to forget that the architects of our Karma are only ourselves. (copyright Claudine)

 

I need a break

 

After thirty years, I have had the opportunity to revisit the island of Mauritius located in the south-western Indian Ocean.
The Republic of Mauritius is part of the Mascarene Islands, which are of volcanic origin, and is considered part of the African continent being at about 900 km from Madagascar. The isle measure 58 km from north to south and 47 km from east to west.  I met Penelope and her baby cat Cesare… and we will get both back to Switzerland next December:-)

…ooOoo…

 Dopo una trentina d’anni, ho avuto la possibilità di rivisitare l’isola di Mauritius situata nell’oceano indiano sud occidentale.
La repubblica di Mauritius fa parte delle Isole Mascarene che sono di origine vulcanica, ed è considerata parte del continente africano essendo a circa 900 km dal Madagascar. Misura 58 km da nord a sud e 47 km da est a ovest. Mi sono affezionata a Penelope ed il suo gattino, li porteremo con noi in Svizzera il prossimo dicembre :-)

See here for more pictures

 

.

Chamber music * concerto di musica da camera

Domenica 1 maggio 2016 ore 19.00
nella Chiesa di Brione s/Minusio

 

Quartetto CuArTeTh

Quartetto CuArTeTh

Stefania Huber – violino
Timon Kick – violino
Francesca Meuli – viola
Michele Martignoni – violoncello

Classe di Katalin Major

 

Fulmini

Quartetto Fulmini

Francesca Tobler – violino
Sara Luna Mobiglia – violino
Valentina Tobler – viola
Antonio Martignoni – violoncello

Classe di Daniel Herrera e Nora Gasperin

 

Scuola di musica e preprofessionale del Conservatorio della Svizzera Italiana – Ticino, Svizzera
Quartetti primi premiati nelle Entrada, in preparazione per la finale del Concorso svizzero di Musica per la gioventù (SJMW) del 5/8 maggio 2016 a Rheinau

IBRIDO (romanzo urban fantasy edito da GDS)

cover_Ibrido

Titolo: Ibrido
Autore: Isa Thid
Casa Editrice: editrice GDS
Genere: urban fantasy
Numero pagine: Lunghezza stampa 191
Prezzo ebook: 2,99€
Link d’acquisto ebook: amazon (.mobi)ultima books (.epub)

Contatti: Facebook (Isa Thid) – Twitter (@isatgreen) – Blog (Maledetta Tastiera)

Un paio d’anni fa avevo letto con piacere la prima stesura del romanzo dell’amica Elisa (alias Isa Thid)… con molto piacere condivido qui la notizia della pubblicazione ebook!
Questo è un tuffo in un ambiente fiabesco, ma al contempo reale, nel parallelo delle dimensioni multiple nelle quali viviamo… mi è molto piaciuto, seppure crudele, un must per gli amanti di questo stile letterario molto particolare.
***
A couple of years ago with pleasure I read the first draft of the novel of my friend Elisa (aka Isa thid)… with pleasure I share here the news of the ebook publishing!
This is a dive into a fairytale environment, but at the same time a real one, in parallel to the multiple dimensions in which we live… I really liked, even if somehow cruel, a must for lovers of this very unique literary style. (Italian version only)

philomela997

Oggi è uscito per GDS un mio romanzo in formato ebook. Si chiama Ibrido, è un urban fantasy un po’ scuro (si capiva già dalla copertina, probabilmente…) ambientato a Torino. Il Mondo Sp…

Sorgente: IBRIDO (romanzo urban fantasy edito da GDS)

View original post

The challenge of music!

Being able to reach high goals it is a great challenge, especially if you are 13 years old.
Last Sunday in Winterthur, the Strings quartet “Fulmini” did it again: they got a first price with 23/25 points.
We will see them at the final competition in Rheinau next May 5th-8th 2016.

Riuscire a raggiungere obiettivi lungimiranti è una grande sfida, soprattutto se si ha 13 anni.
Domenica scorsa a Winterthur, il quartetto d’archi I Fulmini ce l’ha fatta di nuovo: hanno ottenuto un primo premio con 23/25 punti.
Li vedremo al concorso finale di Rheinau ilprossimo 5-8 Maggio 2016.

Antonio Martignoni, Valentina Tobler, Sara Luna Mobiglia, Francesca Tobler

 

saraluna

Saturday in Lugano for the violin soloist category, Sara Luna reached a nice 3dt. price (one point away from the 2nd…) but she got some great tips and hints how to reach higher goals in the future.

A Lugano ha avuto luogo la preselezione del Concorso svizzero di musica per i violini solisti e Sara Luna ha ottenuto un terzo premio, ad un punto dal secondo. C’è ancora molto da migliorare… i consigli che ha ricevuto le serviranno per il futuro.

Recensione di Marianna Altamura

Premessa di   M. Altamura
Il blog di Claudine Giovannoni è stato curiosamente il primo che  ho cominciato a seguire subito dopo aver aperto l’account su WordPress, qualche anno fa. Un incontro casuale. O for se no. A parte la questione del multilingua, che mi aveva attirata in un primo momento, nel suo blog ho riscontrato una grande sensibilità nel trattare alcuni temi a me cari: il viaggio, la letteratura, la musica e la natura. Dopo aver seguito virtualmente la presentazione del suo ultimo libro (non il primo) e dopo averci girato attorno per un po’, mi sono decisa a contattare l’autrice per poter acquistare una copia. Oltre alla questione dell’unicità del libro, sicuramente oggetto di attrazione per gli amanti dei libri (infatti, non è possibile acquistarlo nelle librerie, a meno che non ci si trovi in Svizzera), mi avevano incuriosito i temi che mi era sembrato di individuare: la mitologia, il viaggio e, il più importante, la natura. L’aspettativa era quella di ritrovare nel libro la raffinata sensibilità dell’autrice che avevo scorto fra gli articoli del blog; la lettura ha confermato la suddetta aspettativa ed è con piacere che ho deciso di dare il mio contributo di lettrice e presentare il suo libro in questo piccolo spazio. Quella che segue è l’interpretazione di una lettrice. Ringrazio Claudine per la gentilezza, per gli spunti (tanti) e per le emozioni che ha messo nel suo libro.

 

Aconteceu aqui, mas poderia ter sido em outra parte do mundo.
Ou talvez não. Talvez os acontecimentos estejam em fila,
ordenados, justos, esperando para colidir com as pessoas,
e as pessoas, iludidas, pensem que a colisão além de natural é aleatória.

 

È successo qui, ma sarebbe potuto succedere in un’altra parte del mondo.
O forse no. Chissà che gli eventi non stiano tutti in fila, in ordine,
aspettando giusto di entrare in collisione con gli individui
e quest’ultimi, illudendosi, pensano che tale collisione sia tanto naturale quanto casuale.
Ondjaki, E se Amanha o Medo.

 

Il 2022, una data molto vicina al lettore del 2016, è stato colpito da un terribile cataclisma ambientale che ha decimato gravemente la popolazione mondiale. I superstiti sono stati costretti a spostarsi nelle poche zone della terra ancora vivibili e si sono dovuti adattati a strette misure di sicurezza, al fine di poter rispondere adeguatamente a frequenti situazioni di emergenza.
copertina_finaleIl Segreto degli Annwyn, ambientato nel XXIII secolo, presenta al lettore un tempo probabilmente diverso da quello che ci si potrebbe immaginare nella meno negativa delle ipotesi. Forse deluderà le aspettative, d’altronde nello stesso modo in cui il XXI secolo deve aver deluso le aspettative delle generazioni precedenti, ma metterà il lettore davanti ad una cruda realtà: la distruzione della natura, un processo già in atto da molto tempo. Nel XXIII secolo molte cose sono cambiate e la tecnologia ha raggiunto livelli esorbitanti. Tuttavia, per molti altri aspetti l’umanità ha compiuto molti passi indietro: la natura ha subito danni irreversibili e molte specie viventi si sono estinte. Durante tutta la lettura del romanzo aleggia la macabra minaccia del disastro ambientale ed impera il monito del dover agire, subito, per cercare di arginare il cataclisma ormai prossimo; purtroppo non si tratta di finzione né di fantascienza.
Notevoli cambiamenti sono stati fatti in merito alla sfera politica e finanziaria del globo e il Potere Unificato è emerso come una sorta di partito unico (che mi ha ricordato i tratti del Grande Fratello di George Orwell), il quale si avvale del servizio per la sicurezza svolto dal corpo della Squadra Sperimentale. Se da una parte il Potere Unificato si è distinto per aver preso le redini del mondo in un momento di devastante confusione, dall’altra parte le sue decisioni hanno leso le basi della libertà dei suoi cittadini.

Le vicende del romanzo sembrano svolgersi seguendo cerchi concentrici, su cui si collocano molteplici personaggi e azioni parallele; essendo il centro occupato da un nucleo di tre protagonisti: il punto di partenza è ad Ascona, in Svizzera, dove vi sono Chrisa, suo fratello Joshua e il loro fedele amico irlandese Marius, il quale sembra aver sempre vissuto per mare e che, solo in un secondo momento, rivelerà la sua natura mitologica.
Fra Chrysa e Joshua, entrambi ventenni, c’è un amore incondizionato familiare condito con quell’ingrediente che solo fratelli e sorelle conoscono, un rapporto complice e perennamente puerile, ombreggiato però dalla morte prematura di entrambi i genitori, avvenuta pochi anni prima degli eventi qui narrati in circostanze oscure e mai chiarite.
Chrisa e Joshua, rimasti orfani, hanno deciso di vivere sulla barca di famiglia che la defunta madre aveva chiamato Avalon Mist, rievocando l’isola avvolta nella nebbi su cui re Artù fu trascinato dopo essere stato ferito in battaglia e dove, secondo alcune leggende, era stata fabbricata la sua spada.
Le vicende narrate nel libro si svolgono per mare, per terra e per aria, richiamando le parole che Claudine Giovannoni usa per presentarsi ai lettori:

«Avendo girato il mondo di terra, di mare e d’aria sempre alla ricerca di nuove emozioni e per conoscere nuove culture, mi piace definirmi “Una Cittadina del Mondo”».

Chrisa, sebbene nata da genitori mortali come suo fratello genetico, è un’Annwyn, ovvero fa parte di un gruppo di individui che l’autrice presenta con le seguenti parole:

«Questi “sognatori”, comunemente chiamati Annwyn, sono provvisti della stessa struttura molecolare umana nella finalità di proteggersi camuffando la loro presenza tra di noi, ma il potere della loro mente è incommensurabile.
Gli Annwyn iniziarono a giungere in gra numero sul pianeta Terra attorno alla fine del secondo millennio. Dapprima, a decorrere dal 1970, furono trattati come casi anomali […] Solo in un secondo momento, grazie alla scoperta di codici antichissimi si comprese il vero motivo della loro presenza sul pianeta: aiutare gli esseri umani a progredire spiritualmente e quindi salvarsi dall’imminente cataclisma planetario, predetto fin dall’antichità».

IMG_4204[1]Dunque, gli Annwyn sono dei sognatori che riescono ad andare oltre la realtà delle cose; essi sono in grado di viaggiare fuori dall’involucro corporeo in una dimensione metafisica nella fase di Rapid Eye Movement del loro sonno. Nella mitologia gallese Annwyn era il nome dato al regno dell’oltretomba; in alcune fonti mitologiche si legge che”[…] all’inizio non c’era nulla, solo Dio e l’Annwyn”, l’inizio dell’Universo.

In uno dei viaggi notturni, proprio quello che inaugura le vicende del libro, Chrisa inciampa (non casualmente) in un oggetto misterioso che raccoglie e che, successivamente e con l’aiuto di Marius, riesce a identificare come la Matrice Vibrazionale. Si tratta di uno strumento apparentemente inerte, ma che sembra possa essere messo in moto per rompere lo specchio della Proiezione e dissolvere il ciclo di nascita, morte e rinascita.
Una serie di eventi turba l’equilibrio iniziale. Un’indefinita minaccia, proveniente da non si sa bene dove, irrompe fra le pagine del libro e si ha la sensazione che per i protagonisti sia giunto il momento di fare qualcosa di estremamente importante. Intrigante e curiosa è la presenza di personaggi provenienti da altri mondi: Hator, che sembra esser stato legato a Chrisa sin da tante antecedenti vite, Lord Warden, un essere mitologico senza età con dei piani possibilmente malefici, Gwynn ap Nudd, ovvero il figlio bianco della notte, ed altri che qui non nominerò.
Così, minacciati da ciò che potrebbe mettere a repentaglio le proprie vita, Marius, Chrysa e Joshua volano in un’Irlanda ancora abbastanza simile a quella del passato (o del presente di noi lettori), conservatasi come protetta da un incantesimo, e si raccolgono attorno ad un luogo importante per la mitologia celtica, il monastero di Clonmacnoise.
Ben presto si attiva un triangolo energetico che collega Svizzera, Francia e Irlanda, in cui i riti pagani, le voci dell’antichità,forze ed energie sconosciute si uniranno per portare a termine un compito mistico e divino.
In realtà, il viaggio affrontato dai protagonisti è di tipo metafisico e procede nella  in direzione dell’assoluto

scuola di atene.gif

dell’essere, dell’infinito e dell’unità armonica. Si intrecciano in modo complesso le teorie filosofiche dell’essere e quelle religiose di matrice buddhista. “Come in basso, così in alto”, furono le parole di Ermete Trismegisto sulla tavola di smeraldo che, non casualmente, aveva lo stesso colore dominante della terra d’Irlanda.
Ha un ruolo rilevante la teoria fisica della meccanica quantistica, la quale dimostra che l’essere umano è un tutt’uno con l’universo: esiste una matrice (vibrazionale) che è il collante di tutto; la materia è vibrazione e la vibrazione è energia.
In effetti, la lettura del libro implica un esercizio mentale di comprensione, e in questo il lettore è molto vicino a Joshua, l’unico protagonista della triade completamente umano. Così come il giovane si ritrova a sfidare la sua facoltà mentale per poter seguire sua sorella in uno dei suoi viaggi notturni oltre la realtà, analogamente il lettore deve entrare nella giusta dimensione spirituale per poter seguire il viaggio dell’essere.

Il fulcro della questione orbita attorno uno dei più comuni temi nella letteratura: una volta compiuta la scissione (uomo/donna, male/bene, vita/morte e così via), la felicità e la pace sono svanite, perse nel mistero dell’essere. Così gli umani si affannano nella ricerca di qualcosa che non hanno (o che hanno perso), persino dominando e distruggendo per affermare il proprio io:

«C’era qualcosa di intrinseco, che si pensava fosse insito nel DNA degli umani: la presenza del diabolico! Da cui l’eterna lotta del bene contro il male! Lungo i secoli l’uomo progrediva per poi ricadere nel limbo della propria incoscienza, continuando ad errare e a generare orrore e distruzione attorno a sé».

Solo esseri superiori (Annwyn inclusi) riescono a cogliere il vero dono della vita umana, che é semplicemente l’estensione della natura stessa:

«Il nostro è un dono meraviglioso, Marius. Vedi qual é il nostro potere? Credo che ogni creatura abbia il suo posto in questo universo. Il problema subentra quando qualcuno mira all’egemonia ed al controllo sopra ogniforma vitale».

I protagonisti si affannano per cercare di sbrogliare gli enigmi in cui inciampano, dovendo trovare delle spiegazioni e fare delle scelte di capitale importanza. In tutto questo, a nulla serviranno gli sforzi dei membri della Squadra Sperimentale, che risulteranno essere tagliata fuori da questa specie di “dimensione magica”.

In verità, a mio avviso Il Segreto degli Annwyn lascia avvolte nel mistero molte questioni, fino alla fine. Però, se da un lato non vengono sciolti tutti i nodi delle vicende, dall’altro lato la narrazione fornisce gli indizi per una delle possibili chiavi di comprensione dell’esistenza.
Einstein dimostrò con una formula fisica che tutto è relativo, facendo sprofondare le certezze del mondo moderno nello sconforto. Tuttavia, gli esseri umani sono in grado di modificare le vibrazioni, ovvero le particelle subatomiche della materia (di cui essi stessi ne sono parte), sia con pensieri che con parole ed emozioni. Dunque, noi siamo fautori del nostro destino e nulla è dato al caso.

La scrittura del romanzo è molto fluida ma, nello stesso tempo, estremamente ricercata e attenta al dettaglio che potrebbe  suscitare nel lettore un’emozione. Si nota chiaramente che dietro la stesura del testo ci siano approfondite ricerche, sia in merito al materiale trattato (fra cui la mitologia e la filosofia), sia per la scelta delle parole e per la sintassi. Si mescolano elementi del fantasy con quelli del genere della favola, ma si rimane con i piedi per terra. Tuttavia, ho trovato che verso la fine del testo la scrittura cambi e si frammenti un po’ troppo con l’aumentare delle azioni parallele. Le sequenzedel racconto finiscono col coincidere con brevi capitoli che, per quanto descrittivi e per quanto aumentino il phatos della narrazione, talvolta si muovono talmente velocemente da frammentare il discorso.

Credo che spetti al lettore scoprire il segreto degli Annwyn, coloro che dovrebbero aiutare a far convogliare le vibrazioni del pianeta Terra nella giusta direzione. In fin dei conti, gli Annwyn sono fatti della stessa materia degli esseri umani ma, al contrario di questi ultimi, hanno una maggiore sensibilità e si concedono una maggiore libertà nel sognare.

 

 

Link: il blog del libro.

Sri Lanka: a leap into the ancient history

The intense desire to travel and do some good deed, does not leave me and from this Sinhalese’s adventure we learned something new.

L’intenso desiderio di viaggiare e di fare una buona azione, non mi abbandona…  e dall’avventura cingalese abbiamo imparato qualcosa di nuovo.

more pictures and the whole reportage  *  leggete la storia e guardate le foto

 

  • These are my novels * i miei romanzi

  • Piccoli passi nella Taiga (translating now into English)

  • Il Segreto degli Annwyn Edizioni Ulivo – Balerna ISBN 978 88 98 018 079

  • The Annwyn’s Secret Austin Macauley London ISBN 9781785544637 & ISBN 9781785544644

  • Chrysalis Bartók

  • Silloge Poetica “Tracce” – Edizioni Ulivo Balerna

  • Il Kumihimo del Sole – Seneca Edizioni Torino

    ISBN: 978-88-6122-060-7
  • Il Cristallo della Pace – Seneca Edizioni Torino

    ISBN 978-88-6122-189-5
  • Nebbie nella Brughiera – Seneca Edizioni Torino

    ISBN 978-88-6122-055-3
  • I 4 Elementi – Macromedia Edizioni Torino

  • My cats are my inspiration!

  • For ethical treatment of animals

  • Remember, transitioning to a plant-based diet that embraces compassion for the animals, your health and our planet isn’t really difficult. You just have to want to do it! For the sake of us all... :-)claudine
  • I love books

    Read the Printed Word!
  • Copyscape Plagiarism Checker

    Protected by Copyscape Web Plagiarism Check
  • … a condizione che mi sia attribuita la paternità dei miei testi e foto

  • I'm an Ethical Author
  • Categories

Follow

Get every new post delivered to your Inbox.

Join 413 other followers