• Semplicemente… donna

    Sara Luna e Claudine
  • me and my girl :-)
  • Mi sento unicamente una "Cittadina del Mondo"
    figlia, madre, amica, compagna, donna...
    Ho viaggiato lungo rotte conosciute ed altre ignote, per lavoro ma anche per curiosità o solo per il desiderio di scoprire nuovi luoghi!
    L'esperienza a contatto con altri popoli, religioni e culture, mi ha insegnato a venerare Madre Natura ed ogni forma di vita che ci conduce a valutare precetti inconfutabili, ma che purtroppo troppi ignorano nel più assoluto egoismo.
    Vi apro le porte del mio mondo virtuale... seguitemi lungo l'itinerante scorrer d'acqua lasciando traccia di vissuto.

  • What to say about Claudine? She is passionate about living a present, balanced and authentic life, with a healthy dose of humor! She loves to travel the world, explore new places, people and food, but equally loves to retreat into silent solitude. She is a writer who follows a hidden path, into an unfamiliar world. If you just surrender and go with her on her eerie journey, you will find that you have surrendered to enchantment, as if in a voluptuous and fantastic dream. She makes you believe everything she sees in her fantasy and dreams. But as well you take a journey to the frozen mountain peaks of the north of Europe, to the crowded sweating streets of Mexico or Africa. Her characters are wonderfully real and wholly believable perfectly situated in her richly textured prose. She’s a lovely person and she writes with exquisite powers of description! She’s simply great! R. McKelley

    ***

    Chi è Claudine? Lei è appassionata nel vivere al presente una vita equilibrata e autentica, con una sana dose di humour! Ama viaggiare per il mondo, esplorare nuovi luoghi, persone e cibo, ma ugualmente ama ritirarsi in solitudine, nel silenzio. E' una scrittrice che segue un sentiero nascosto, verso un mondo sconosciuto. Se solo vi arrendete e andate con lei in questa spettacolare avventura, realizzerete che vi siete confidati all’incantevole, come in un sogno fantastico ed avvolgente. Vi farà credere ad ogni cosa che lei vede nei suoi stessi sogni e fantasie. Ma inizierete anche un viaggio verso le cime ghiacciate del nord Europa, verso le strade affollate del Messico o Africa. I protagonisti sono magnificamente reali e totalmente credibili stupendamente inseriti nella ricca trama di prosa. E’ una “grande” persona e scrive con uno squisito potere descrittivo. E’ semplicemente magnifica.

  • travelingabout.wordpress.com
  • Read the Printed Word!
  • Protected by Copyscape Web Plagiarism Check
  • I'm an Ethical Author
  • Disclaimer

    Unless otherwise indicated, the images and multimedia products published are taken directly from the Web and are copyright of the individual authors. Their publication does not intend to violate any copyright; in the event that a violation has occurred, please report it to me and I will arrange for its immediate removal.

  • Categories

Review * Recensione

Livingstone forever    Libri di Tito Bassi Libreria Sophos Guatemala City

.

Recensione della Novela “Livingston forever” – di Claudine Giovannoni

Livingston Guatemala, “è solo un paese di negri che succhiano il Carao” (frutto della Cassia Grandis tipico dell’America Centrale e dei Caraibi). Così, un po’ brutalmente, viene accolto Tito al suo arrivo a Puerto Barrios la prima volta, dopo un paio d’ore di viaggio in barca.

L’autore inizia il romanzo regalandoci una minuziosa descrizione dei vari personaggi incontrati lungo il percorso dal porto fino al centro paese: dal giovane Jim (un po’ tocco) a Katanga, uomo di colore senza denti, che ti trascinano dentro la storia facendoti vivere in prima persona ogni avvenimento.

Nella casa in riva al mare che l’americano Wallis aveva messo in vendita, il protagonista si ritrova proiettato in una realtà tropicale di un luogo che lo aveva stregato fin dall’inizio. Egli descrive questo popolo semplice, amichevole e a volte primitivo, solo sfiorato dalla politica poiché Livingston non è collegato con nessuna strada carrabile e lo si raggiunge solo dal mare.

Nel testo si sovrappongono personaggi come “el Moncada”, una sorta di leggendario Robin Hood guatemalteco, zio Jole un furbetto cuoco cinese con una carta del menù che offre specialità esotiche quale la zuppa di boa, ma pure un unguento portentoso per accrescere la virilità… un simpatico pot-pourri che conferisce al testo un non so che di stravagante e curioso.

Al momento di prendere commiato da Wallis (il proprietario della casa che Tito ha acquistato), apparentemente felice di lasciare quel “piccolo paese ma grande inferno”, Tito non si lascia intimorire dalla gretta favella dello Yankee. Ormai i dadi erano tratti seppur un dubbio lo assale: quel figlio di buona donna gli aveva dipinto un paradiso tropicale per potersi disfare della sua proprietà!

La lettura prosegue adescata da un elenco, sempre molto descrittivo, di personaggi atipici che donano un sapore molto particolare all’avventura di Don Tito in quel di Livingston. Tra scene divertenti ridondanti di sarcasmo beffardo e sottile, si intrecciano altre di triste realtà che descrivono un popolo semplice e a volte primitivo, sempre sotto l’incombente pressione politica.

È impressionante la memoria fotografica dello scrittore!  Egli cita soprannomi e fatti di personalità locali, e non senza trascurare piccanti sottintesi personali, proprio come in un’autobiografia che si rispetti! E le negrette dagli occhi di pece e gambe affusolate, fioriscono tra le pagine dando un sapore avventuroso alle vicissitudini del nostro svizzero arrivato nel paese di bengodi. Che poi anche lui avesse ascoltato le dicerie sul conto di compar Filo, grattugiando sopra il cibo del “fallo di procione secco” (Pipiriche de mapahe seco rayado en la comida) per accrescere la sua prestanza sessuale… questo resta, per il lettore curioso, un mistero.

Tito si era ritrovato di buon animo a prestare aiuto a chi glielo chiedeva, senza aspettarsi nulla in cambio, un atto di filantropia che gli aveva procurato stima e simpatia da parte dei locali.

La politica e l’influsso della Chiesa, sono anche tematiche abbondantemente prese di mira. Ad esempio, Tito riferisce che, anni addietro durante la Seconda Guerra Mondiale, un tronco galleggiante era stato preso sotto fuoco da cannoncini e mitragliatrici dai militari durante una notte intera, utilizzando più proiettili che durante tutto il conflitto 1939/45! Lo avevano confuso per un sommergibile nazista. Nuovamente la sottigliezza beffarda dell’autore ci lascia con il sorriso sulle labbra, cercando d’immaginare la faccia dei militari l’indomani al sorger del sole.

Beh, credenze Haitiane o di buona parte delle isole caribeñe, lasciano supporre che da quelle parti oltre agli unguenti per rafforzare la “prodezza mascolina” vi era un certo non so che di tenebroso legato ai culti creoli del Candomblè o dello spiritismo in generale. E Tito, di questo se n’era accorto eccome!

Continuando la lettura ci si ritrova più volte a sorridere per il raffinato sarcasmo metaforico utilizzato dall’autore nei suoi brevi dialoghi con personaggi del posto; anche in questo nuovo romanzo, ritrovo con piacere la sua schiettezza piena di brio che t’invoglia a leggere.

Ma non racconterò altro poiché non voglio rovinare il piacere della lettura. Consiglio a tutti questa piacevole lettura, per conoscere lo stile dell’autore e apprezzare ogni sfumatura!

Purtroppo il romanzo “Livingston Forever” è reperibile unicamente in lingua spagnola… ma chissà, Tito è sempre pieno di eccellenti sorprese, e non è detto che ci procurerà una traduzione in inglese.

 

Livingston_Jugrote_CR

 

Livingston Guatemala, “is just a country of niggers sucking the Carao” (fruit of the Cassia Grandis typical of Central America and the Caribbean). This way, a bit brutally, Tito is welcomed upon his arrival the first time in Puerto Barrios, after a couple of hours you travel by boat.
The author gives us a detailed description of the various characters encountered along the way from the port to the city center: referring to the young Jim (a bit crazy) to Katanga, a toothless black man, who drag you into the storytelling making you experience firsthand each event.
In the house by the sea that the American Wallis had put on sale, the protagonist finds himself projected into a tropical reality of a place that had bewitched him from the very beginning. The author describes this simple, friendly and sometimes primitive people, only touched by politics because Livingston is not connected to any road and can only be reached from the sea.
In the text are overlaid characters such as “el Moncada”, a sort of legendary Guatemalan Robin Hood, Uncle Jole a clever Chinese chef with a menu card that offers exotic specialties such as boa soup, but also a portentous ointment to enhance virility… a nice pot-pourri that gives the text a something strange and extravagant.
When taking leave of Wallis (the owner of the house that Tito bought), apparently quite happy to leave that “little country but great hell”, Tito does not let himself be intimidated by the Yankee’s pseudo speech. Now the dice were drawn even if a doubt assails him: that son of a bitch had painted him a tropical paradise to be able to undo his property!
The reading continues enticed by a list, always very descriptive, of atypical characters that give a very special taste to the adventure of Don Tito in that of Livingston. Amusing scenes of redundant sarcasm mocking and subtle, they intertwine with others of sad reality that describe a simple and sometimes original people, always under the looming political pressure.
The writer’s photographic memory is impressive! He mentions nicknames and facts and dates of local personalities, and not without neglecting spicy personal implications, just like in a self-respecting autobiography! Moreover, the negritas with pitch eyes and tapered legs, bloom between the pages giving an adventurous flavor to the vicissitudes of our Swiss arrived in the country of Benghazi. If then he too had listened to the rumors about Filo, grating over the food some “dry raccoon phallus” (Pipiriche de mapahe seco rayado en la comida) to increase his sexual prowess… this remains, for the curious reader, a mystery.
Tito found himself in a good mood to help those who asked him, without expecting anything in return, an act of philanthropy that had given him esteem and sympathy from the locals.
The politics and the influence of the Church are also subjects that are abundantly targeted. For example Tito reports that, years ago during the Second World War, a floating log had been caught under fire by cannons and machine guns by the military during a whole night, using more bullets than during the entire 1939/45 war! They had confused it for a Nazi submarine. Once again, the mocking subtlety of the author leaves us with a smile on the lips, trying to imagine the face of the military the next day at the sun’s rising.
Well, Haitian beliefs or most of the Caribbean islands, let us suppose that from those parts in addition to the ointments to reinforce the “masculine prowess”, there was a certain something of darkness tied to the Creoles of Candomblè or spiritualism in general. And for sure Tito was quite aware of that!
Continuing the reading, we find ourselves smiling several times about the refined metaphorical sarcasm used by the author in his short dialogues with the local characters; also in this new novel, I found with pleasure his frankness full of panache that tempts you to read.
But I will not tell anything else because I do not want to ruin the pleasure of reading the whole story! I recommend to everyone this pleasant reading, to know the style of the author and appreciate every nuance!
Unfortunately, the novel “Livingston Forever” is available only in Spanish… but who knows, Tito is always full of excellent surprises, and it is not said that soon we may get a translation in English.

Tito_Bassi_LivingstonA

 

 

  • Claudine’s novels * i miei romanzi

  • Piccoli passi nella Taiga will be published in the spring of 2019 by Edizioni ULIVO

  • Il Segreto degli Annwyn Edizioni Ulivo – Balerna ISBN 978 88 98 018 079

  • The Annwyn’s Secret Austin Macauley London ISBN 9781785544637 & ISBN 9781785544644

  • The Annwyn’s Secret

  • Silloge Poetica “Tracce” – Edizioni Ulivo Balerna

  • Il Kumihimo del Sole – Seneca Edizioni Torino

    ISBN: 978-88-6122-060-7
  • Il Cristallo della Pace – Seneca Edizioni Torino

    ISBN 978-88-6122-189-5
  • Nebbie nella Brughiera – Seneca Edizioni Torino

    ISBN 978-88-6122-055-3
  • I 4 Elementi – Macromedia Edizioni Torino

  • Cats are my inspiration!

  • Remember, transitioning to a plant-based diet that embraces compassion for the animals, your health and our planet isn’t really difficult. You just have to want to do it! For the sake of us all... :-)claudine
  • Amici del Lupo – Svizzera italiana

  • Donate… to help them!

  • Donate… to help them!

  • Blog Stats

    • 47,274 hits
%d bloggers like this: