• Semplicemente… donna

    Sara Luna e Claudine
  • me and my girl :-)
  • Mi sento unicamente una "Cittadina del Mondo"
    figlia, madre, amica, compagna, donna...
    Ho viaggiato lungo rotte conosciute ed altre ignote, per lavoro ma anche per curiosità o solo per il desiderio di scoprire nuovi luoghi!
    L'esperienza a contatto con altri popoli, religioni e culture, mi ha insegnato a venerare Madre Natura ed ogni forma di vita che ci conduce a valutare precetti inconfutabili, ma che purtroppo troppi ignorano nel più assoluto egoismo.
    Vi apro le porte del mio mondo virtuale... seguitemi lungo l'itinerante scorrer d'acqua lasciando traccia di vissuto.

  • What to say about Claudine? She is passionate about living a present, balanced and authentic life, with a healthy dose of humor! She loves to travel the world, explore new places, people and food, but equally loves to retreat into silent solitude. She is a writer who follows a hidden path, into an unfamiliar world. If you just surrender and go with her on her eerie journey, you will find that you have surrendered to enchantment, as if in a voluptuous and fantastic dream. She makes you believe everything she sees in her fantasy and dreams. But as well you take a journey to the frozen mountain peaks of the north of Europe, to the crowded sweating streets of Mexico or Africa. Her characters are wonderfully real and wholly believable perfectly situated in her richly textured prose. She’s a lovely person and she writes with exquisite powers of description! She’s simply great! R. McKelley

    ***

    Chi è Claudine? Lei è appassionata nel vivere al presente una vita equilibrata e autentica, con una sana dose di humour! Ama viaggiare per il mondo, esplorare nuovi luoghi, persone e cibo, ma ugualmente ama ritirarsi in solitudine, nel silenzio. E' una scrittrice che segue un sentiero nascosto, verso un mondo sconosciuto. Se solo vi arrendete e andate con lei in questa spettacolare avventura, realizzerete che vi siete confidati all’incantevole, come in un sogno fantastico ed avvolgente. Vi farà credere ad ogni cosa che lei vede nei suoi stessi sogni e fantasie. Ma inizierete anche un viaggio verso le cime ghiacciate del nord Europa, verso le strade affollate del Messico o Africa. I protagonisti sono magnificamente reali e totalmente credibili stupendamente inseriti nella ricca trama di prosa. E’ una “grande” persona e scrive con uno squisito potere descrittivo. E’ semplicemente magnifica.

  • travelingabout.wordpress.com
  • Read the Printed Word!
  • Protected by Copyscape Web Plagiarism Check
  • I'm an Ethical Author
  • Purity of the rain…

  • Categories

Tanzania

Dar es Salaam
Le destinazioni per l’Africa erano molteplici. La suddivisione geografica era:
nord Africa (servita con il DC-9/MD-80);
Africa dell’Ovest (con il DC-10, inseguito dall’A310 Intercontinental o A320);
Africa centrorientale Karthoum/Sudan, Nairobi/Kenya, Dar es Salaam/Tanzania e Harare/Zimbabwe (con il DC-10 in un secondo tempo con l’MD-11);
Johannesburg e La Città del Capo facevano parte di una rotazione a sé anche servita con il DC-10 fino all’arrivo del MD-11. Questa rotazione era ambita poiché inizialmente durava una settimana. Ricordo che la pianificazione delle “rotazioni”, variavano parecchio… a differenza del fattore tecnico (tipo di aereo) o di lay-over (flight duty time in accordo con le regolamentazioni in vigore).
Su Dar es Salaam si rimaneva stazionati anche per ca. una settimana, ma a causa della malaria non era una meta ambita! L’albergo era costituito da bouganlow, senza acqua calda!
Era molto frequente che altre inconvenieze subentrassero a disorientare (specialmente le colleghe dalle lunghe unghie.. che non potevano stare senza trucco neppure in spiaggia…). Mi riferisco ai topini che avevano fatto le loro tane nel muro di pietra-a-secco, oppure ai grossi scarafaggi che di divertivano a fare capolino dagli scarici delle docce e lavandini! Non era pertanto un fatto straordinario di ricevere DAR a go-go dalla Riserve-duty… e ciò metteva appunto di cattivo umore quelle colleghe che proprio lì si sentivano tutt’altro che a loro agio!
L’altro fattore negativo: bisognava cucinarsi da se i pasti!!
La Swissair ci forniva, gratuitamente, tutta una serie di vettovaglie sufficienti a farci “anche ingrassare”… ma se per sfortuna non c’era nell’equipaggio un paio di hobby-cooks, la cosa si metteva male!
Aragoste freschissime, pescate da un mare cristallino….
Non nascondo che quelle 4 o 5 volte che mi è toccata DAR, mi sono sempre offerta di cucinare per tutti… almeno ero sicura di quello che mettevo in pancia! Essendo a capo della cambusa, non dovevo effettuare altri “lavoretti”… che con non poco sarcasmo lasciavo alle colleghe con rossetto ed unghie finte!
Pelare patate o tritare cipolle diventava una “pièce teatrale”: – oh mein Gott es brennt die Augen… hat jemandem eine Nagelfeile? … Scheiss, ich hab mir den Finger geschnitten… –
Poi sul volo di ritorno, con candido sorriso da Responsabile di Cabina, suggerivo alle donzelle di “cambiare sovente i cerotti” che non facevano bella vista sotto i nasi dei passeggeri!
Ricordo con un sorriso i visi dei bimbi del posto… sempre felici di poterci correr in contro!
In cambio di cibo o indumenti, ci aiutavano nelle maniere più disparate… facendo la “guardia” al nostro asciugamano, aiutandoci a sbucciare patate in cucina oppure raccogliendo conchiglie e sassolini.
Durante le rotazioni su Dar es Saalam, avevamo il supporto dei “Foxs”. Poliziotti che per un periodo di 2-3 mesi, erano stazionati a DAR per i controlli dell’aereo e passeggeri prima dell’imbarco. Con loro, potevamo organizzare anche dei Saffari (nel riquadro) la Land Rover a disposizione.
Con queste “fragili” imbarcazioni, i locali si avventurano in mare per la pesca.
Vi sono anche stati dei colleghi che hanno “joined the party” in seguito hanno raccontato la loro allucinante avventura… questa la ragione più ponderata, per evitare di fare un bagno fuori programma in un mare infestato da pescioloni con una strana pinna dorsale…

  • Claudine’s novels * i miei romanzi

  • Piccoli passi nella Taiga (not published)

  • Il Segreto degli Annwyn Edizioni Ulivo – Balerna ISBN 978 88 98 018 079

  • The Annwyn’s Secret Austin Macauley London ISBN 9781785544637 & ISBN 9781785544644

  • Chrysalis Bartók

  • Silloge Poetica “Tracce” – Edizioni Ulivo Balerna

  • Il Kumihimo del Sole – Seneca Edizioni Torino

    ISBN: 978-88-6122-060-7
  • Il Cristallo della Pace – Seneca Edizioni Torino

    ISBN 978-88-6122-189-5
  • Nebbie nella Brughiera – Seneca Edizioni Torino

    ISBN 978-88-6122-055-3
  • I 4 Elementi – Macromedia Edizioni Torino

  • Cats are my inspiration!

  • Remember, transitioning to a plant-based diet that embraces compassion for the animals, your health and our planet isn’t really difficult. You just have to want to do it! For the sake of us all... :-)claudine
  • Donate… to help them!

  • Help PAWS in Mauritius

%d bloggers like this: