• Simply… woman

    Sara Luna e Claudine
  • I support ANIMAL RIGHTS

  • me and my girl :-)
  • Mi sento unicamente una "Cittadina del Mondo"
    figlia, madre, amica, compagna, donna...
    Ho viaggiato lungo rotte conosciute ed altre ignote, per lavoro ma anche per curiosità o solo per il desiderio di scoprire nuovi luoghi!
    L'esperienza a contatto con altri popoli, religioni e culture, mi ha insegnato a venerare Madre Natura ed ogni forma di vita che ci conduce a valutare precetti inconfutabili, ma che purtroppo troppi ignorano nel più assoluto egoismo.
    Vi apro le porte del mio mondo virtuale... seguitemi lungo l'itinerante scorrer d'acqua lasciando traccia di vissuto.

  • What to say about Claudine? She is passionate about living a present, balanced and authentic life, with a healthy dose of humor! She loves to travel the world, explore new places, people and food, but equally loves to retreat into silent solitude. She is a writer who follows a hidden path, into an unfamiliar world. If you just surrender and go with her on her eerie journey, you will find that you have surrendered to enchantment, as if in a voluptuous and fantastic dream. She makes you believe everything she sees in her fantasy and dreams. But as well you take a journey to the frozen mountain peaks of the north of Europe, to the crowded sweating streets of Mexico or Africa. Her characters are wonderfully real and wholly believable perfectly situated in her richly textured prose. She’s a lovely person and she writes with exquisite powers of description! She’s simply great! R. McKelley

    ***

    Chi è Claudine? Lei è appassionata nel vivere al presente una vita equilibrata e autentica, con una sana dose di humour! Ama viaggiare per il mondo, esplorare nuovi luoghi, persone e cibo, ma ugualmente ama ritirarsi in solitudine, nel silenzio. E' una scrittrice che segue un sentiero nascosto, verso un mondo sconosciuto. Se solo vi arrendete e andate con lei in questa spettacolare avventura, realizzerete che vi siete confidati all’incantevole, come in un sogno fantastico ed avvolgente. Vi farà credere ad ogni cosa che lei vede nei suoi stessi sogni e fantasie. Ma inizierete anche un viaggio verso le cime ghiacciate del nord Europa, verso le strade affollate del Messico o Africa. I protagonisti sono magnificamente reali e totalmente credibili stupendamente inseriti nella ricca trama di prosa. E’ una “grande” persona e scrive con uno squisito potere descrittivo. E’ semplicemente magnifica.

  • Read the Printed Word!
  • Protected by Copyscape Web Plagiarism Check
  • I'm an Ethical Author
  • Disclaimer

    Unless otherwise indicated, the images and multimedia products published are taken directly from the Web and are copyright of the individual authors. Their publication does not intend to violate any copyright; in the event that a violation has occurred, please report it to me and I will arrange for its immediate removal.

  • Categories

A matter of choice * una questione di scelta

As much I read about it, as much I see that kind of movies… there is a strange deep feeling arising in my being.
Sometimes I’m up to think “Gee, I can’t bear anything more, like this cruelty without any meaning…”
And I have to force myself to watch to the end the movie, with tears in my eyes, sorrow in my heart and the weird sensation of the need to vomit.
Each day, day after day, month after month, year after year, things seem to get worst.
Anywhere you look, humans are acting terribly wrong, against themselves, against animals, against nature itself.
Fortunately, things are slowly changing. Not all are the same brainless followers.
The news are spreading, even if still a great number of egotistical humans are not willing to change the bad habits.
It is important to talk about it, to share movies like this, to try to raise awareness even among our fellow men who have not yet “matured” the right vibration!

Veganism is not a trend! But it is the only solution to save our planet… Many scientific studies have prouven that the consumpion of meat is one of the impressive causes of global warming and now, the cry of alarm is overhead!
With the awareness not only of the suffering of animals, but also of environmental issues, each of us can (must) make the difference.

Per quanto ne legga, per quanto mi sforzi a guardare quel tipo di filmati… una strana sensazione profonda sorge nel mio essere.
A volte mi viene da pensare: “Accidenti, non sopporto più nulla, come questa crudeltà senza alcun significato…”
E devo sforzarmi di guardare fino alla fine il film, con le lacrime agli occhi, il dolore nel mio cuore e la strana sensazione di bisogno di vomitare.
Ogni giorno, giorno dopo giorno, mese dopo mese, anno dopo anno, le cose peggiorano.
Ovunque si guardi, gli umani si comportano in modo terribilmente sbagliato, contro se stessi, contro gli animali, contro la natura stessa.
Fortunatamente, le cose stanno lentamente cambiando, anche se troppo adagio: non tutti sono gli stessi idioti senza cervello.
Le notizie si stanno diffondendo, anche se ancora egotisticamente un gran numero di umani non è disposto a cambiare le cattive abitudini. Importante è parlarne, condividere filmati come questo, cercare di suscitare consapevolezza anche nei nostri simili che ancora non hanno “maturato” la giusta vibrazione!

Il veganismo non è un trend! Bensì è l’unica soluzione per salvare il nostro pianeta… Molti studi scientifici lo hanno provato che una delle principali cause del surriscaldamento globale è dovuto al massiccio consumo di cane e ora, il grido d’allarme è globale!
Con la presa di coscienza non solo della sofferenza degli animali, ma anche delle tematiche ambientali, ognuno di noi può (deve) fare la differenza.

frecciaRSI trasmissione radiofonica: L’impatto ambientale del cibo

Getting to know bats with the WWF

I spent a day, as a volunteer, organized by the WWF, to accompany the children along a funinteractive path designed to bring greater knowledge of these graceful mammals.
Thanks to the efforts of the organizers of the  Centro protezione chirotteri Ticino we have learned to distinguish these small creatures
(only in Ticino there are 20 different types), in need of our sympathy and protection!

…oOo…

Un’occasione per conoscere i pipistrelli con il WWF Sezione Ticino.
Ho trascorso una giornata organizzata dal WWF, quale volontaria per accompagnare dei bambini lungo un percorso ludico-interattivo atto a portare maggiore conoscenza di questi graziosi mammiferi.
Grazie all’impegno degli organizzatori “Centro protezione chirotteri Ticino” abbiamo imparato a distinguere queste piccole creature (nel solo Ticino si contano una 20ina di diversi tipi), bisognose della nostra simpatia e protezione!

 

vespertilio_maggiore_myotis_myotis

Vespertilio maggiore (Myotis myotis)

In aprile dozzine o addirittura centinaia di femmine di Cespertilio maggiore si riuniscono in colonie nei cosidetti “rifugi di riprouzione”. Si tratta principalmente di solai, dove gli animali si appendono a testa in giù, pigiati gli uni accanto agli altri, generalmente lungo le travi del colmo e i listoni del tetto. I maschi preferiscono invece starsene soli, sovente in fessure o tra le tegole. Per maggiorni informazioni vedi link.

vespertilio_daubenton

Vespertilio di Daubenton  (Myotis daubentonii)

È una specie tra le più piccole presenti in Svizzera. Il suo peso raggiunge i 15 grammi, mentre l’apertura alare misura circa 27 cm. Le femmine partoriscono solo un piccolo all’anno, il cui peso alla nascita non supea i 2 gr. L’allattamento dura quattro settimane, dopo di che i giovani sono in grado di cacciare da soli. Per maggiori informazioni vedi link.

orecchione

L’Orecchione  (Plecotos auritus)

Gli Orecchioni occupano diversi tipi di rifugi. Si tratta spesso i solai spaziosi all’interno di chiese, fattorie e fabbricati. Siti di riproduzione possono trovarsi anche in soffitte semplici di edifici scolastici, palazzi e case monofamigliari. Rifugi di Orecchione sono segnalati anche nei campanili, nelle fessure dei muri e negli alberi cavi, come pure nelle cassette-nido per uccelli o per pipistrelli. In inverno si rifugiano invece in grote, miniere e cantine. È possibile creare dei rifugi per Orecchioni. Per maggiori informazioni vedi link.

 

pipistrello_nano

Pipistrello nano   (Pipistrellus pipistrellus)

Un pipistrello nano appena nato è grande quanto un’ape e da adulto pesa poco più di una zolletta di zucchero. Potrebbe addirittura riuscire a nascondersi in una scatoletta di fiammiferi. Con un’apertura alare di appena 20 cm. è infatti il più piccolo tra i nostri pipistrelli. Per maggiori informazioni vedi il link.

 

pipistrello_nathusius

Pipistrello Nathusius  (Pipistrellus  nathusii)

Il pipistrello di Nathusius pesa al massimo 9 grammi. Assomiglia al pipistrello nano e al pipistrello albolimbato, con i quali è facile confonderlo. Anch’esso è infatti una delle 26 specie indigene più piccole. Questi pipistrelli raggiungono il nostro paese verso metà agosto, provenienti in gran parte dai Paesi baltici e dalla Germani nord-orientale. Le distanze percorse da questi piccoli mammiferi durante le migrazioni superano quindi i 500-1000 chilometri. Per maggiori informazioni vedi link.

nottola

Nottola  (Nyctalus noctula)

Le ali della Nottola sono lunghe e strette. Il suo volo richiama quello delle rondini. Può raggiungere una velocità di 50 km/h. Con un’apertura alare di 40 cm. e un peso di circa 30 grammi la Nottola è uno dei più grandi tra i nostri pipistrelli. Le Nottole cacciano in luoghi molto ricchi di insetti I tipici ambienti di caccia sono le zone umide e i bordi dei boschi. Divoratori instancabili d’insetti, le Nottole cacciano spesso in gruppo anche in ambienti ben illuminati, quali strade e piazze. Per maggiori informazioni vedi link.

 …oOo…

Osservare i pipistrelli e imparare ad apprezzarli. In Svizzera vivono 26 specie i cui rifugi estivi, invernali e le zone di caccia hanno caratteristiche diverse tra loro L’osservazione dei pipistrelli è spesso facilitata dal fatto che tornano spesso a cacciare nei medesimi luoghi. Il pipistrello nano, la Nottola e il Vespertilio di Daubenton sono alla portata di tutti, in quanto vivono nelle città e nelle loro immedite vicinanze. Per maggiorni inforamzioni o richieste di documentazione (dalle quali sono tratti i testi parziali qui riportati), possono essere richiesti al  Centro protezione chirotteri Ticino – Dangio.

Cowspiracy: the sustainability Secret

 

Cowspirary

The film that environmental organizations don’t want you to see!
Il film che le organizzazioni ambientali non voglio che tu veda!

Here a very interesting article by Dr. Will Tuttle Ph.D.   (English language)

Il film documentario del 2014 (prodotto in crowdfunding) analizza l’impatto ambientale degli allevamenti per la produzione di carne e latte nonché della pesca e investiga le politiche della maggiori organizzazioni ambientaliste internazionali spesso reticenti ad affrontare il tema.  TRAILER (sub.ita)  FACTS

Venerdì 15 luglio 2016 ore 19:30

Presso SUPSI – Aula A004
Campus Trevano di Canobbio

Da recenti studi e report si sta delineando lo scenario per il quale il consumo di alimenti di origine animale è la maggiore causa del surriscaldamento globale (gas serra pari o maggiore dei trasporti), consumo di acqua, deforestazione, estinzione delle specie, e causa di zone morte negli oceani.

Oltre che ovviamente comportare la morte di miliardi di animali all’anno.

Per avere un’idea dell’impatto di carne e latte sul vostro bilancio personale (società 2000 W) in invito a provare il calcolo su ECOSPEED  (la demo è gratuita).

Essendo un evento “privato” e a scopo didattico, si prega di confermare la propria partecipazione a:      carlo.gambato@supsi.ch

.

Cow&baby

.

 

Another great Victory for AVAAZ

glyphosateprotest

Link per AVAAZ

18 mesi fa, il controllo di Monsanto sull’agricoltura mondiale sembrava inattaccabile.

Oggi, dopo più di 20 campagne, 2 milioni di firme, centinaia di migliaia di telefonate, messaggi e incontri con i Ministeri, manifestazioni e articoli di giornale… l’intero “modello Monsanto” è stato messo in dubbio.

L’Unione Europea ha appena bocciato il rinnovo della licenza del pesticida glifosato, il prodotto più redditizio di Monsanto, che da solo rappresenta un terzo dei suoi profitti. Una decisione gigantesca.

Se pensiamo a dove eravamo all’inizio di quest’anno e dove siamo ora, AVAAZ è stata indiscutibilmente una forza cruciale in questa battaglia per sospendere il glifosato.

Link to collage Monsanto model

(in a 2nd. time, I guess the link was obscured… from s.o. who doesn’t want you to see)
When we launched this campaign a year ago we were told there was no way we could win. This week’s vote is a key victory for our community’s tenacity, for the people of Europe, for independent science, and it is a crucial step towards our whole world’s food future!

Without the support of EU governments, the Commission should act with precaution. Even if it renews glyphosate’s license for 18 months pending further science, we will keep fighting to ensure the review is independent.

While the battle to get glyphosate out of our parks, playgrounds and fields is far from over, this powerful step takes us closer, and our movement has played a key role in it. For the sake of our health and our planet, let’s keep up the fight until we win.

 

La battaglia è ancora lunga. Ma se Paesi come Germania, Francia e Italia hanno sfidato per la prima volta le basi stesse dell’intero modello Monsanto, da questo momento niente sarà come prima!

glyphosateplacard

Leading EU parliamentarian Pavel Poc just said: “Avaaz is indisputably the driving force of the fight for glyphosate discontinuance.” Here’s what we have done together to make what seemed impossible, possible:

 

link per approfondire in dettaglio

Please join this great Family and participate at the campaign! 

Together we can save our Planet from a bitter end, for the future generations…

…oOo…

 Unitevi a questa grande Famiglia e sostenete le sue campagne!

Insieme possiamo salvare il nostro pianeta da una fine amara, per le generazioni future…

 

.

The strength of Nature * la forza della Natura

Actually this is only a cartoon…
I have seen few dystopian movies, I’m Legend just to name one, where nature take back its place .
Others, like Divergent, Shaman, Hunger Games or Cloud Atlas, bring us into some mistic territory where you really have to open up your mind and accept the real possibility that we only are confined into a small space created by ourselves.
And all that is to enable us to manipulate our deepest feelings (to protect our inner soul), trying to escape the paralel reality: that everything is only a projection of our mind!

 

copyright Filmakademie Baden-Württemberg GmbH
.
In realtà questo è solo un cartone animato…
Ho visto diversi film distopici, Sono Leggenda per citarne uno, dove la natura riprendere il suo posto.
Altri come Divergent, Shaman, Hunger Games o Cloud Atlas, ci trasportano in un territorio mistico in cui
veramente necessitiamo d’aprire la mente e accettare la reale possibilità che noi siamo solo confinati in un piccolo spazio creato da noi stessi.
E tutto ciò per permetterci di manipolare i nostri sentimenti più profondi (per proteggere la nostra anima interiore), cercando di sfuggire alla realtà parallela: che tutto è solo una proiezione della nostra mente!
.

Sri Lanka: a leap into the ancient history

The intense desire to travel and do some good deed, does not leave me and from this Sinhalese’s adventure we learned something new.

L’intenso desiderio di viaggiare e di fare una buona azione, non mi abbandona…  e dall’avventura cingalese abbiamo imparato qualcosa di nuovo.

more pictures and the whole reportage  *  leggete la storia e guardate le foto

 

Il tunnel fa acqua

As “environmentalist” and “ecologist” I object vehemently to the doubling of the Gotthard tunnel under the Swiss Alps!
The media are boycotting the information, supporting the voices that tell only the goodness of this wrong choice from every point of view: environmental projects, ecological, financial and (also) political.

Here is a detailed and accurate report of the President of WWF Ticino section (in Italian).

…oOo…

Quale “ambientalista” ed “ecologista” mi oppongo con veemenza al raddoppio del tunnel del Gottardo!
I media stanno boicottando le informazioni, sostenendo le voci che raccontano solo le bontà di questa scelta sbagliata sotto ogni punto di vista: ambientalistico, ecologico, finanziario e (pure) politico.

Qui di seguito un rapporto preciso e dettagliato del presidente del WWF sezione Ticino.

massimo mobiglia

Ammettiamo di essere una grossa impresa di trasporto pubblico e di dover risanare una stazione ferroviaria, ad esempio di Lugano. Spinti da un estremo zelo pianificatorio decidiamo di costruire una seconda stazione ferroviaria poco prima verso Massagno. Una volta costruito il nuovo stabile procediamo al risanamento dello stabile principale, per infine tenere in vita entrambi ma utilizzandoli solo per metà.

Per poter procedere a questi lavori cerchiamo di convincere il Consiglio d’Amministrazione sulla bontà di questa idea, ma veniamo istantaneamente stroncati.

Invece la soluzione scelta permette di procedere con i lavori necessari, di contemporaneamente utilizzare la struttura esistente e di contenere i costi ed il carico ambientale.

Questa similitudine introduce quanto sta capitando col raddoppio del tunnel autostradale del S. Gottardo!

Per farci un’opinione, con dati reali alla mano, passiamo in rassegna 20 punti di discussione:

  • Anche all’estero il messaggio della costruzione di un secondo tubo è recepito come la…

View original post 979 more words

Save Andy the Polar Bear

Source: Save Andy the Polar Bear

 

Write an e-mail to:

susan.babcock@ualberta.ca
derocher@ualberta.ca

I saw a petition about the polar bear Andy wearing a collar which is suffocating him.
Since this isn’t the first time such things are happening, I’m wondering if there is any possibility to avoid sufferance and death of these poor animals.
I sent an e-mail at the University of Alberta to ask them to use their resources to track Andy, remove the collar and get him the medical attention he needs ensuring his well-being. You shall institute an active search as soon as possible since time is running out… only if you act immediately you may save his life!

Ho visto una petizione sull’orso polare Andy che indossa un collare che lo sta soffocando.
Dal momento che questa non è la prima volta che queste cose  accadono, mi chiedo se c’è qualche possibilità di evitare la sofferenza e la morte di questi poveri animali.
Ho inviato un e-mail all’Università di Alberta chiedendo di utilizzare le loro risorse per monitorare e trovare Andy, togliere il collare e fornirgli le cure mediche di cui ha bisogno per garantire la sua guarigione. Si deve istituire una ricerca attiva nel più breve tempo possibile
dal momento che il tempo stringe solo se si agisce subito si può salvare la sua vita!

I’m not kidding… there isn’t much time left

demand-climate-action-paris

Climate change is impacting every part of our world — our health, the economy, biodiversity, forests, agriculture, communities and more. We are running out of time, but not solutions. We ask the World Leaders, when they meet at the Paris climate conference this December, to urge to work for climate action, including a new universal legal agreement committing all nations to specific steps to achieve a low-carbon future. It will take bold action from us all to solve the climate crisis.

…oOo…

Il cambiamento climatico sta influenzando ogni parte del nostro pianeta la nostra salute, l’economia, la biodiversità, le foreste, l’agricoltura, le comunità e altro ancora. Siamo a corto di tempo, ma non di soluzioni. Quando i Capi dei Governi si incontreranno alla conferenza sul clima di Parigi il prossimo dicembre, li invitiamo a lavorare per delle azioni per il clima, tra cui un nuovo accordo legale universale che impegni tutti i paesi a misure specifiche per realizzare un futuro a basse emissioni di carbonio. Ci vorranno azioni coraggiose da tutti noi per risolvere la crisi climatica.

…oOo…

Please sign the petition at the link  *  per favore firmate la petizione al link

Men, women and children fleeing the war

 

I feel such deep sadness in watching these scenes! Fleeing the civil war in Syria, the war began in 2011 following the Arab Spring”.
These people have lost everything they owned… and they just want to stay alive!
Although half the globe is involved in the negotiations, this time why no one intervenes to put an end to this war? And one wonders if the UN is only watching!
Although many states support militarily and economically the rebel forces, is not the war the solution to end this humanitarian disaster.
Millions of people are desperately trying to find refuge elsewhere, but in Europe no one wants them. They are refugees, victims of an unwanted war
What you see is only what happens at the border with Macedonia
We should also not forget that every war inflicts deep wounds to our Planet, to cultural heritage and to all those animals that can not even run away!
.
…oOo…
.
Quanta tristezza nel guardare queste scene! Scappano dalla guerra civile in Siria, guerra iniziata nel 2011 a seguito della “primavera araba”.
Queste persone hanno perduto tutto ciò che possedevano… vogliono solo restare vivi!
Sebbene mezzo globo sia coinvolto nelle trattative, questa volta perché nessuno interviene per mettere fine a questa guerra? E ci si chiede se l’ONU resta a guardare!
Anche se molti stati sostengono militarmente ed economicamente le forze ribelli, NON è la guerra che porrà fine a questo disastro umanitario.
Milioni di persone cercano disperatamente rifugio altrove,  ma in Europa nessuno  li vuole. Sono profughi, vittime di una guerra non voluta…
Questo che vedete è solo ciò che accade ai confini con la Macedonia…
Dovremmo inoltre non dimenticare che ogni guerra infligge profonde ferite alla Madre Terra, ai patrimoni culturali e a tutti quegli animali che non possono neppure fuggire!
.
Un link per dare il proprio contributo, in qualsiasi forma si voglia! Ma sicuramente vi sono altre associazioni umanitarie che si stanno adoperando per contribuire ad aiutare chi è dovuto fuggire dalla guerra siriana.
.

Un Ponte per… l’emergenza Siriana

Siria Catena della solidarietà

 

.

Paris November 29th, 2015 ¦¦ SAVE THE DATE * RISERVATE LA DATA

worldwide mobilization for the climate - summit COP21 Paris¦¦  mobilitazione mondiale per il clima - vertice COP21 ParigiDear friends,

Sunday, November 29, 2015, will be the largest mobilization for the climate of all time. If you want you can join it!
On the eve of the World Summit in Paris (30 November to 11 December 2015, http://www.cop21.gouv.fr/en) hundreds of millions of people take to the streets around the world to ask for a climate agreement that allows contain overheating within + 2 ° C. The Paris summit will be the last chance to get a deal. Do not waste it.

In Ticino (Switzerland) it will be the WWF, as a member of the Alliance for Climate (http://www.klima-allianz.ch/it), to organize the event. We are already working on an idea and when we have more concrete information we will not fail to involve you.

With your help we will try to bring more people to the streets to appeal and participate in a big party. You will be asked to involve members of associations or parties in which you are active, or the institutions where students taught or just friends and acquaintances. Many of you have a facebook page or twitter. The potential is a vast network.

You may join the group all over the world through the nearest WWF association or other members of the Alliance for Climate! Please share on FB, twitter or blog…

…oOo…

Domenica 29 novembre 2015, avrà luogo la più grande mobilitazione per il clima di tutti i tempi. Se lo desideri, potrai farne parte!
Alla vigilia del vertice mondiale di Parigi (30 novembre – 11 dicembre 2015, http://www.cop21.gouv.fr/en) centinaia di milioni di persone scenderanno nelle piazze di tutto il mondo per chiedere un accordo sul clima che permetta di contenere il surriscaldamento entro +2°C. Il Vertice di Parigi sarà l’ultima possibilità per ottenere un accordo. Non sprechiamola.
In Ticino (Svizzera) sarà il WWF, in qualità di membro dell’Alleanza per il Clima (http://www.klima-allianz.ch/it), ad organizzare l’evento. Siamo già al lavoro su un’idea e appena avremo informazioni più concrete non mancheremo di coinvolgervi.

Con il vostro aiuto cercheremo di portare più persone possibile in piazza per sottoscrivere un appello e partecipare a una grande festa. Vi sarà chiesto di coinvolgere i soci delle associazioni o dei partiti in cui siete attivi, oppure le scolaresche degli istituti dove insegnate o semplicemente amici e conoscenti. Molti di voi hanno un pagina di facebook o twitter. La potenziale rete è quindi vastissima.

Per chi vive in Ticino: se desiderate far parte di questa “mobilitazione” mondiale, annunciatevi per e-mail al responsabile del WWF Ticino     Francesco.Maggi@wwf.ch

Grazie per condividere su FB, twitter o blog quest’annuncio!

logo-tous-ensemble

See details: Civil society and the Climate change process

.

Let’s do something good and amazing for our planet Earth! * Facciamo qualcosa di meraviglioso per il nostro pianeta

to-make-this-happenripuliamo l’oceano

The Ocean Cleanup has developed the world’s first feasible method to clean up half of the so-called Great Pacific Garbage Patch in 10 years’ time. But how many tons of garbage will be cleaned up? In order to determine the amount of plastic in the patch, we are organizing the largest ocean plastic expedition in history. During August this year, we will be crossing the Garbage Patch from Hawaii to California, with up to 50 boats in parallel. And you can be part of this historic event.

WHY SHOULD I JOIN?

  1. Your contribution will help rid the oceans of plastic.
  2. You will get to visit the Great Pacific Garbage Patch yourself.
  3. A significant part of the costs will be covered by The Ocean Cleanup.
  4. Through its global coverage, your contribution will be internationally recognized.
  5. The Ocean Cleanup takes care of all equipment, logistics, and can arrange for a volunteer to do the measurements.

For more informations, please visit the web site!

Of course this is not an usual sailing’ cruise… it’s a kind of volunteering different from what you imagine! But has its inherent scratching charm is there anyone among you skippers who want take me on board?
I do not think my acquaintances in Ticino (southern part of Switzerland) are willing to make first crossing of the Mediterranean, the Atlantic and then go from Panama to climb diagonally to Hawaii

…oOo…

Il Ocean Cleanup ha sviluppato il primo metodo fattibile per ripulire la metà del cosiddettoGreat Pacific Garbage Patch” in 10 anni. Ma quante tonnellate di immondizia sarà ripulita? Al fine di determinare la quantità di plastica nella “patch”, stiamo organizzando la più grande spedizione oceanica nella storia. Nel mese di agosto di quest’anno, attraverseremo il Garbage Patch dalle Hawaii alla California, con un massimo di 50 imbarcazioni in parallelo. Voi potete essere parte di questo evento storico.

PERCHÉ DOVREI ADERIRE?

1. Il vostro contributo sarà quello di contribuire a liberare gli oceani di plastica.
2. Visiterete personalmente il Garbage Great Pacific Patch.
3. Una parte significativa dei costi saranno coperti da Ocean. Cleanup.
4. Attraverso la sua copertura globale, il vostro contributo sarà riconosciuto a livello internazionale.
5. Il Cleanup Ocean si prende cura di tutte le attrezzature, logistica e può organizzare un volontario per fare le misurazioni.

Per maggiori informazioni si prega di visitare il sito web!

Certo non si tratta di un usuale crociera in barca a vela… è una sorta di volontariato diverso da quello che ci si immagina! Ma ha il suo fascino intrinseco e graffiante… c’è qualcuno di voi skipper che vuole prendermi a bordo?
Non credo che i miei conoscenti ticinesi sono disposti a farsi prima l’attraversata del Mediterraneo, dell’Atlantico e poi passare da Panama per risalire in diagonale fino alle Hawaii…

the impact on wildlife…    le conseguenze sulla fauna…

AVAAZ International & KAM for Sud Ticino need your help in Nepal!

AVAAZ

Whole villages have disappeared swallowed by landslides caused by the quake. Thousands of Nepalese have died, maybe 10 thousand, and no one knows how many are missing. There are hundreds of small isolated communities with no water, food and shelter. In the midst of this devastation, an amazing local organization is doing the impossible to bring relief in the worst affected areas and isolated.
For the experts of humanitarian aid, Abaris is one of the organizations that even before the earthquake was a more effective work today has become the greatest hope to help as soon as possible these villages. Because these are their home.
We can give them the strength to make a difference, together with many other organizations throughout Nepal, multiplying by 10 the funds available to them, and allowing not only to help but to start already to rebuild in areas that the earthquake destroyed and isolated .
The reconstruction will be long and difficult. And that is why we must give funds and tools to those who will live and work on that territory for the coming years, even when the international community, after the emergency, will be gone.
Make a promise of donation. We will only collect it when we have enough money to support efforts in the area.

Interi villaggi sono scomparsi inghiottiti dalle frane causate dal terremoto. Migliaia di nepalesi sono morti, forse 10mila, e non si sa quanti sono dispersi. Ci sono centinaia di piccole comunità isolate senza acqua, cibo e riparo. In mezzo a questa devastazione, una incredibile organizzazione locale sta facendo l’impossibile per portare soccorso nelle zone più colpite e isolate.
Per gli esperti di aiuti umanitari, Abari è una delle organizzazioni che già prima del terremoto faceva il lavoro più efficace: oggi è diventata la più grande speranza per aiutare il prima possibile questi villaggi. Perché semplicemente sono la sua casa.
Noi possiamo dargli la forza per fare la differenza, assieme a tante altre organizzazioni in tutto il Nepal, moltiplicando per 10 i fondi a loro disposizione, e permettendo non solo di soccorrere ma di iniziare già a ricostruire nelle zone che il terremoto ha distrutto e isolato.
La ricostruzione sarà lunga e difficile. Ed è per questo che dobbiamo dare fondi e strumenti a chi su quel territorio vivrà e lavorerà per i prossimi anni, anche quando la comunità internazionale, dopo l’emergenza, se ne sarà andata.
Fai una promessa di donazione. La raccoglieremo solo quando avremo fondi a sufficienza per sostenere gli sforzi sul territorio.

Kam for sud is a humanitarian organization based in Ticino (south Switzerland) operating in Nepal.

I met the couple Lafranchi Pittet about ten years ago when I decided to give the association the copyright of my novel Nebbie nella brughiera. As well for several years we have also supported three siblings, with a godparenthood to enable them to receive schooling...
These are the links to make a cash donation or require any further information about how to help in this time of need.

Kam for sud è un’associazione umanitaria ticinese che opera in Nepal.

Ho conosciuto i coniugi Lafranchi Pittet una decina di anni or sono quando decisi di donare all’associazione i diritti d’autore del romanzo “Nebbie nella brughiera”. Per diversi anni mio marito ed io abbiamo anche sostenuto tre fratelli, con un padrinato a distanza, per ricevere la scolarizzazione…
Questi i link per effettuare una donazione in denaro o richiedere ulteriori informazioni su come aiutare in questo momento di necessità.

re: bank

Associazione
KAM FOR SUD

Banca dello Stato del Cantone Ticino
CH-6501 Bellinzona / Svizzera
Conto Nr.
3582660001000001
IBAN
CH8300764358
2660C000C
CCP della banca
65-433-5

re: contact

Kam For Sud bazaar
via F.Rusca 2
CH-6600 Locarno
Svizzera
Tel +41-91-2200364

Coord. projects (she is right now in Kathmandu)
Silvia Lafranchi Pittet
info@kamforsud.org
Tel +41-78-8859360

Please… SAVE Venice! * una petizione per salvare Venezia

Venice2 venice

Who does not know Venice?
Piazza San Marco, the Canale Grande, the Rialto Bridge, its carnival, its Biennial and the Golden Lion
Not only Venice, located in a lagoon, is literally sinking due to the holes in the seabed at depths of up to 500 meters there is also the rising waters due to global warming.
But for some time the tourism leaves its bloody footprint! In the background a huge ocean liner, I do not add more!
*
Venice_ship
AVAAZ *
Chi non conosce Venezia?
Piazza San Marco, il Canal Grande, il Ponte di Rialto, il suo carnevale, la sua Biennale ed il Leone d’Oro…
Non solo Venezia, situata in una laguna, sta letteralmente sprofondando a causa delle buche nel fondale profonde fino a 500 metri… vi è pure l’innalzamento delle acque a causa del surriscaldamento globale.
Ma da tempo anche il turismo lascia la sua maledetta impronta ecologica!
Aiutate AVAAZ a bloccare questa incoscienza: firmate la petizione…
sullo sfondo un immenso transatlantico, non aggiungo altro!
*

The High Atlas and the desert * L’Alto Atlante e il deserto

I was dreaming about this trip since a very long time…

Sognavo questo viaggio da molto tempo…

Read about it and see the pictures!   *   Leggi qualche emozione dal mio diario e guarda le foto…

.

We all have a choice… but still is only yours! * Possiamo scegliere…

When I speak of vegetarianism and veganism, my interlocutor wrinkles his/her nose (most of the time) I realize that unfortunately are still few to embrace this choice that not only shows respect and compassion for other living creatures, but it is also the only solution to safeguard the planet Earth.
The issue I resume it in all my novel, and who knows me knows that for me is a fight to the hilt but the clock is ticking. Not only my expectations of life since I’m over fifty but if the man does not opt for conscious and immediate choices , the future scenario is terrifying

Yes! I will continue to publish crude images, horrible and full of sadness I will continue to describe the pain and agony of these living creatures without the gift of speech to defend themselves abused, violated, killed by human bestiality!  The choice is only yours… go vegan!

Quando parlo di vegetarianismo e veganismo, il mio interlocutore arriccia il naso (il più delle volte)… realizzo che purtroppo sono ancora in pochi ad abbracciare questa scelta che non solo dimostra rispetto e compassionevolezza per altre creature viventi, ma è anche l’unica soluzione per salvaguardare tutto il pianeta Terra.
La tematica la riprendo in ogni mio romanzo, e chi mi conosce lo sa che per me è una battaglia a spada tratta… ma il tempo stringe. Non solo le mie aspettative di vita… ma se l’Uomo non opta per delle scelte consapevoli ed immediate, lo scenario futuro è terrificante…

Non mi stancherò mai di pubblicare immagini crude, orribili e piene di tristezza… non mi stancherò mai di descrivere il dolore e l’agonia di queste creature viventi senza il dono della parola per difendersi… abusate, violate, uccise dalla bestialità umana!
La scelta è unicamente vostra… diventa vegano!

GO_VEGAN

about frogs and toads * sulle rane e rospi

Rospo comune - Mirko  Zanini 2011copia di Rospo comune - Mirko Zanini 2005

.

Not only in our country there is this issue!
When the rain arrives, this trigger the migration of frogs and toads. Like every year specimens of toads and frogs are on their way to their breeding grounds, usually ponds, but also lakes. After spawning, the batrachians remain few weeks in this places, and then return to where they came from. Unfortunately, the slowness that characterizes the toads is sometimes a fatal handicap that does not allow them to cross unharmed the streets.
Please drive carefully and, if possible, help with volunteering groups these little lads to cross the streets…

*

Non solo nel nostro paese vi è il problema!
Quando la pioggia arriva, questo innesca la migrazione di rane e rospi. Come ogni anno esemplari di rospi e rane sono in viaggio verso le zone di riproduzione, di solito stagni, ma anche i laghi. Dopo la deposizione delle uova, i batraci restano poche settimane in questi luoghi e poi tornare da dove sono venuti. Purtroppo, la lentezza che caratterizza i rospi è a volte un handicap fatale che non permette loro di attraversare indenni le strade.
Si prega di guidare con prudenza e, se possibile, aiutare con i gruppi di volontariato questi piccoli ragazzi di attraversare le strade

Il  WWF  invita tutti gli automobilisti a circolare con prudenza su questi tratti stradali (che vengono segnalati con appositi cartelli), specialmente durante le ore serali. Cerchiamo inoltre volontari. Chi volesse mettersi a disposizione per una o più sere alla settimana in una delle località sopra indicate può contattare Tiziano Maddalena, responsabile dell’azione salvataggio anfibi, 079 628 07 77, e-mail: tmaddalena@ticino.com

wwf-logoTHANK YOU  *  GRAZIE

photographs of the lovely frogs and tods by:  Mirko Zanini

.pp

Me and my teddy bear * c’era una volta Orsetto

kid_teddy_bear

More than half a century ago, I made the acquaintance of “Teddy Bear”, the faithful friend that still accompanies me in my sleep and dreams!
My confession may seem a bit misplaced but I’m sure that many of my readers have special
and sweet memories  linked to the existence of a particular stuffed animal
From an early age children receive as a gift stuffed animals of many different materials. In the countries of the southern hemisphere, maybe the kids do not have the privilege of holding
and cuddle in their arms  “pelusches” but sometimes they do share their lives in close contact with the animals, the real ones, in flesh and blood.

This post could embrace many themes, but this time I linger to that one of education and awareness raising. We adults have the responsibility to instruct the children to look with love and respect the animals and nature in which we live. This could be the most important education so that growing up and becoming adults, respect and veneration of nature can remain steady and lead to meaningful actions, always aimed at the protection of one and the other. Planet Earth is our home unfortunately we all know what is happening and, paradoxically, this is irreversible.

Unfortunately many times the right education is not there and these children take the example from the adults who grow them, they follow the actions of the society in which they live, their priorities are then dictated by external conditions while their childish purity is changed to satisfy impositions and social policies in which they grow and become adults.
The baby with the sweet and affectionate temperament, following the examples that despite himself is to observe living in a not respectful
society, turns and becomes a conditioned being at times violent whose actions harm flora and fauna.

How can we bring changes? It’s not too late to save the situation? Firmly I believe that we can overturn the situation, but we must change our paradigms, break away from the archetypes followed by our ancestors we must look to nature and animals with greater respect, we must be aware of every action and each reaction that it can cause.
Certainly the ongoing wars, the follies dictated by research hegemonic power (in the name of a god or of the economy), will be contained and here is up to each one of us to try to limit this tsunami which appears invincible.
But we shall take action right now, we have to take position immediately, we need to support the referendum and help organizations that have memorable purposes, honest and without interest. I support many NGO’s campaigns in support of animals, sometimes an email may save the life of a living creature… even a little money can be used to support these associations.
The choice is yours!

Halong Bay BearsSave Halong bears

save  the  halong  bears

logoAnimalAsia

animalsasia.org

Più di mezzo secolo orsono feci conoscenza di “Orsetto”, l’amico fedelissimo che ancora oggi mi accompagna nel sonno e nei sogni!
La mia potrà sembrarvi una confessione un po’ fuori posto… ma sono sicura che molti tra i miei lettori hanno memorie speciali e dolci collegate all’esistenza di un particolare animale di pezza…
Fin dalla più tenera età i bambini ricevono in regalo animali imbottiti dei più disparati materiali. Nei paesi del sud del mondo, forse i bimbi non hanno il privilegio di stringere tra le braccia e coccolare dei pelusches ma a volte condividono la loro esistenza a strettissimo contatto con gli animali, quelli veri, in carne ed ossa.

Questo post potrebbe abbracciare molte tematiche,  ma questa volta mi soffermo su quella dell’istruzione e sensibilizzazione. Siamo noi adulti ad avere la responsabilità di istruire i fanciulli a considerare con amore e rispetto gli animali e la natura nella quale viviamo. Questo potrebbe essere la più importante istruzione affinché crescendo e diventando adulti, il rispetto e venerazione della natura possa resare saldo e condurli ad azioni sensate, sempre rivolte alla protezione degli uni e degli altri. Il Pianeta Terra è la nostra casa… purtroppo sappiamo tutti cosa sta accadendo e paradossalmente ciò è irreversibile.
Purtroppo molte volte la giusta istruzione non c’è e questi fanciulli prendono l’esempio dagli adulti che li crescono, seguono le azioni della società nella quale vivono, le loro priorità sono quindi dettate da condizioni esterne mentre la loro purezza infantile si modifica per appagare le imposizioni sociali e politiche nelle quali crescono e diventano adulti.
Il bimbo dall’indole dolce e affettuosa, seguendo gli esempi che suo malgrado si trova ad osservare vivendo in una società irrispettevole, si tramuta e diventa un essere condizionato a volte violento le cui azioni danneggiano flora e fauna.

Come possiamo portare dei cambiamenti? Non è troppo tardi per salvare il salvabile? Fermamente credo che possiamo stravolgere la situazione, ma bisogna modificare i nostri paradigmi, staccarci dagli archetipi seguiti dai nostri avi… guardare alla natura e animali con maggiore rispetto, dobbiamo essere consapevoli di ogni azione e di ogni reazione che essa può causare.
Certamente le guerre in corso, le follie dettate dalla ricerca egemonica del potere (in nome di un dio o dell’economia), dovranno essere contenute… e qui, spetta ad ogni singolo cercare di arginare questo tsunami che appare invincibile.

Ma dobbiamo prendere posizione immediatamente, dobbiamo sostenere referendum e aiutare le organizzazioni che hanno scopi memorabili, onesti e senza interessi personali. Personalmente sostengo molte campagne di ONG a sostegno degli animali, a volte un e-mail può salvare la vita di un animale… anche pochi soldi possono servire per sostenere queste associazioni.
A voi la scelta!

.

The snow came back last night * ieri notte è tornata la neve

The snow came back and the thermometer’s mercury reads O° celsius (32° Fahrenheit). I look around women in fur coats, young people wearing jackets with  hoods decorated with fur, men with thick padded goose down jackets 

Everyone should know the truth behind these items of clothing!

.

The farmer in this video casually describes ripping the bloody pelts off minks’ bodies, snapping the animals’ penis bones and using old pruning shears to cut off their paws.

Do you have friends or family members who still wear fur? Remind them that there is no federal humane slaughter protection for animals on fur farms–even the most cruel and barbaric killing methods are perfectly legal. In China, one of the world’s largest fur exporters, even cats and dogs are skinned alive for their fur, which is then mislabeled and sold to unsuspecting consumers in countries all over the world.

The fur industry would have you believe that fashion justifies such torture, but there is never any excuse for such barbaric treatment of animals.

Join PETA in protecting minks and other animals who are killed for fur. Share this video and encourage everyone you know to choose only animal-friendly clothing.

All around the world, at fur farms like this one, minks—as well as rabbits, foxes, and other animals—are crammed into barren cages and have the skin ripped off their bodies, all to make fur coats, collars, and trinkets. Fur farmers use the cheapest killing methods  available, including suffocation, electrocution, poisoning, and gassing. At this farm, the farmer grabs the minks by their sensitive tails and shoves them into a crude wooden “kill box” to be gassed with carbon monoxide. One mink in this video- like many animals killed for their fur- doesn’t die immediately. After admitting, “I see chests moving,” the farmer then tries to break the mink’s neck by slamming the animal against the side of the gas chamber.

Article appeared on PETA.ORG, please spread the word, for these creatures’ sake!

..oOo..

È tornata la neve ed e la colonnina del mercurio del termometro segna 0 gradi. Mi guardo attorno… donne impellicciate, giovani con giacche dai capucci decorati di pelliccia, uomini con grosse giacche imbottite di piume d’oca…
Ognuno dovrebbe sapere la verità dietro questi capi di vestiario!

Il contadino in questo video descrive casualmente che strappa le pelli sanguinose dai corpi dei visoni, rompendo via le ossa del pene degli animali e utilizzando vecchie cesoie per tagliare le loro zampe.

Avete amici o familiari che ancora indossano la pelliccia? Ricorda loro che non c’è una protezione federale per una macellazioneumanitaria” per gli animali in allevamenti da pelliccia, anche i metodi di uccisione più crudeli e barbarici sono perfettamente legali. In Cina, uno dei più grandi esportatori di pelliccia del mondo, anche i gatti e i cani sono scuoiati vivi per la loro pelliccia, che viene poi  venduta ai consumatori ignari nei paesi di tutto il mondo.

L’industria della pelliccia vorrebbe farvi credere che la moda giustifica tale tortura, ma non c’è mai alcuna giustificazione per tale trattamento barbaro degli animali.

Iscriviti a PETA per la protezione dei visoni e altri animali che vengono uccisi per la pelliccia. Condividi questo video e incoraggia tutti quelli che conosci a scegliere solo i vestiti “animal-friendly” (privi di prodotti derivanti dagli animali).

In tutto il mondo, in allevamenti come questo, visoni -così come conigli, volpi e altri animali- vengono stipati in gabbie sterili e hanno la pelle strappata dai loro corpi, il tutto per fabbricare pellicce, collari e ninnoli. Gli allevatori di animali per pelliccia, utilizzano i metodi di uccisione più economici disponibili, tra cui il soffocamento, folgorazione, l’avvelenamento e il gas. In questa fattoria, il contadino prende i visoni per la sensibile sensibile coda e li infila in un grezzo pezzo di legno “scatola per uccidere” per essere gasati con il monossido di carbonio. Un visone in questo video -come molti animali uccisi per il loro da pelliccia- non muore immediatamente. Dopo aver ammesso, “Vedo casse in movimento”, l’agricoltore cerca poi di rompere il collo del visone sbattendo l’animale contro il lato della camera a gas.

Articolo apparso su PETA.ORG, si prega di diffondere la parola per amore di queste creature viventi!

available—all of them cruel—including suffocation, electrocution, poison, or gas (as you see at this farm). Animals killed for their fur don’t always die immediately, and many suffer intensely as they struggle to survive.

an act of Love * un’azione amorevole

I’m helping care for koalas burned by the bushfires by pledging to make mittens for injured koalas. As an IFAW supporter, I’m making a lifesaving difference for animals. You can help too.    Visit this link to lear how to do it too!

°°oOo°°

Mi impegno a confezionare dei guantini/muffole per la cura dei koala feriti e bruciati a causa degli incendi nelle foreste australiane. Come sostenitrice IFAW, sto facendo la differenza salvavita per gli animali.  Tu puoi anche impegnarti, visita questo link perr ottenere dettagli.

Updating January 14th, 2014

With the help of my mom Aide, tomorrow I’ll send to IFAW 64 mittens which will help healing from burns 16 koalas…  I’m so proud of my 81 yrs. old mother!

IMG_2101

Serenity  ❤ claudine

  • Claudine’s novels * i miei romanzi

  • Piccoli passi nella Taiga will be published in the spring of 2019 by Edizioni ULIVO

  • Il Segreto degli Annwyn – Edizioni Ulivo ISBN 978 88 98 018 079

  • The Annwyn’s Secret Austin Macauley London ISBN 9781785544637 & ISBN 9781785544644

  • The Annwyn’s Secret

  • Silloge Poetica “Tracce” – Edizioni Ulivo Balerna

  • Il Kumihimo del Sole – Seneca Edizioni Torino

    ISBN: 978-88-6122-060-7
  • Il Cristallo della Pace – Seneca Edizioni Torino

    ISBN 978-88-6122-189-5
  • Nebbie nella Brughiera – Seneca Edizioni Torino

    ISBN 978-88-6122-055-3
  • I 4 Elementi – Macromedia Edizioni Torino

  • Cats are my inspiration!

  • Remember, transitioning to a plant-based diet that embraces compassion for the animals, your health and our planet isn’t really difficult. You just have to want to do it! For the sake of us all... :-)claudine
  • Amici del Lupo – Svizzera italiana

  • Donate… to help them!

  • Donate… to help them!

  • Blog Stats

    • 51,340 hits