• Semplicemente… donna

    Sara Luna e Claudine
  • me and my girl :-)
  • Mi sento unicamente una "Cittadina del Mondo"
    figlia, madre, amica, compagna, donna...
    Ho viaggiato lungo rotte conosciute ed altre ignote, per lavoro ma anche per curiosità o solo per il desiderio di scoprire nuovi luoghi!
    L'esperienza a contatto con altri popoli, religioni e culture, mi ha insegnato a venerare Madre Natura ed ogni forma di vita che ci conduce a valutare precetti inconfutabili, ma che purtroppo troppi ignorano nel più assoluto egoismo.
    Vi apro le porte del mio mondo virtuale... seguitemi lungo l'itinerante scorrer d'acqua lasciando traccia di vissuto.

  • What to say about Claudine? She is passionate about living a present, balanced and authentic life, with a healthy dose of humor! She loves to travel the world, explore new places, people and food, but equally loves to retreat into silent solitude. She is a writer who follows a hidden path, into an unfamiliar world. If you just surrender and go with her on her eerie journey, you will find that you have surrendered to enchantment, as if in a voluptuous and fantastic dream. She makes you believe everything she sees in her fantasy and dreams. But as well you take a journey to the frozen mountain peaks of the north of Europe, to the crowded sweating streets of Mexico or Africa. Her characters are wonderfully real and wholly believable perfectly situated in her richly textured prose. She’s a lovely person and she writes with exquisite powers of description! She’s simply great! R. McKelley

    ***

    Chi è Claudine? Lei è appassionata nel vivere al presente una vita equilibrata e autentica, con una sana dose di humour! Ama viaggiare per il mondo, esplorare nuovi luoghi, persone e cibo, ma ugualmente ama ritirarsi in solitudine, nel silenzio. E' una scrittrice che segue un sentiero nascosto, verso un mondo sconosciuto. Se solo vi arrendete e andate con lei in questa spettacolare avventura, realizzerete che vi siete confidati all’incantevole, come in un sogno fantastico ed avvolgente. Vi farà credere ad ogni cosa che lei vede nei suoi stessi sogni e fantasie. Ma inizierete anche un viaggio verso le cime ghiacciate del nord Europa, verso le strade affollate del Messico o Africa. I protagonisti sono magnificamente reali e totalmente credibili stupendamente inseriti nella ricca trama di prosa. E’ una “grande” persona e scrive con uno squisito potere descrittivo. E’ semplicemente magnifica.

  • travelingabout.wordpress.com
  • Read the Printed Word!
  • Protected by Copyscape Web Plagiarism Check
  • I'm an Ethical Author
  • Disclaimer

    Unless otherwise indicated, the images and multimedia products published are taken directly from the Web and are copyright of the individual authors. Their publication does not intend to violate any copyright; in the event that a violation has occurred, please report it to me and I will arrange for its immediate removal.

  • Categories

Why support such horror? * Perché sostenere questo orrore?

Boycott Pyeongchang_Spanish_1440x2160_p_sp

This is why you should have boycotted PyeongChang 2018 Winter Olympics or any trip to South Korea, A Dog and Cat Eating Nation!

National Olympic Committees: did they take a stand in PyeongChang 2018 against the dog and cat meat trade?

National Olympic Committees:

PyeongChang, South Korea, set to play host to the world in the 2018 Winter Olympics. An international gathering of elite athletes, sports fans, governments and businesses on such a grand scale is a unique platform for taking a meaningful stand against the widely condemned, barbaric and inhumane dog and cat meat trade in South Korea.

We know you are busy preparing for this epic sporting event. However, we urge you to spare just a few minutes of your time to watch this video, as fellow people with compassion for animals, whether they are raised for our consumption or as our companions, working partners and guardians, we know you will agree that the current practice and attitude of those involved in this medieval industry is completely unacceptable and abhorrent. http://youtu.be/3uR8R8Mu70Q https://youtu.be/uO7dTlnWE6M

No living being deserves such a torturous existence. Forced to endure the most extreme deprivation and unimaginable torment from the moment they are born until the day they are brutally slaughtered; dogs (our best friends) are battery farmed – imprisoned in cramped, rusty, raised cages all their lives with no protection from extreme elements. They have no access to water, exercise, or medical care. Their eardrums are often burst to prevent them from barking. Until, often in front of other live dogs, they are electrocuted, hanged, beaten skinned or burnt alive in the ignorant belief that such suffering will improve their taste. Could you imagine this happening to your best friend?

This industry is by no means small scale, thousands upon thousands of dogs are factory farmed in this way every day, there is no emphasis on even the most basic and cheapest humane farming methods in this operation. This trade has no basis in promoting “culture” or tradition of the Korean people, it is purely driven by greed and the profits that can be made in this severely under-regulated, tax free sector which in itself is highly unsanitary and a severe risk to both human and animal health.

Please do not look the other way, please do not see this issue as a ‘cultural difference’, we urge you to look at this issue with unbridled compassion and to use whatever means or methods you can to add your voice to the many already calling for change in south Korea. This petition is just a start, we urge you to add your voice to social media and other campaigns. Please use this unique opportunity to help change the lives of so many dogs and cats condemned to a life in the meat trade. If South Korea knows the world is watching and is asking for change, and if South Korea wants to be respected as a nation of conscience, South Koreans need to strengthen their abysmal and outdated animal welfare laws and permanently ban dog and cat consumption. Please help us to bring about this change!

…oOo…

 

Questo è il motivo per cui avresti dovuto boicottare le Olimpiadi Invernali PyeongChang 2018 o qualsiasi vacanza in Corea del Sud, una nazione che mangia cani e gatti!

Al Comitato Olimpico Nazionale:

Pyeongchang, Corea del Sud, si prepara ad accogliere i Giochi Olimpici Invernali nel 2018. Un raduno internazionale d’atleti d’ elite, fan sportivi, membri del governo e persone d’ affari a grande scala rappresenta una piattaforma unica per prendere significante posizione contro l’ ampiamente condannato, barbaro e inumano commercio di carne di cane e gatto in Corea del Sud.
Sappiamo bene che siete occupatissimi preparandovi per quet’epico evento sportivo.

Ciononostante, Vi preghiamo di riservare solo pochi minuti del vostro tempo per guardare questi video sul commercio di carne di cane, perché sappiamo che Voi, come persone compassionevoli per gli animali, sia che siano allevati per il nostro consumo, sia come animali da compagnia, o come compagni da lavoro o come guardiani, sarete d’ accordo che la pratica attuale e l’ atteggiamento delle persone implicate in quest’ industria primitiva è completamente inaccettabile e ripugnante. http://youtu.be/3uR8R8Mu70Q ;

https://youtu.be/uO7dTlnWE6M

Nessun essere vivente merita una vita così orribile. Obbligati a sopportare le deprivazioni più estreme e tormenti inimmaginabili dal momento in cui nascono fino al giorno in cui sono brutalmente massacrati, i cani, i nostri migliori amici, sono allevati in batteria in allevamenti industriali precari, imprigionati in gabbie sollevate da terra, ristrette e arrugginite, senza protezione dalle condizioni meteorologiche estreme. Non hanno nessun accesso ad acqua fresca, esercizio e attenzione veterinaria. I loro timpani vengono spesso fatti esplodere per evitare che abbaino, fino al giorno in cui, spesso, di fronte ad altri cani vivi, vengono folgorati, impiccati, bastonati, scuoiati o bruciati vivi, per l’ infondata credenza che il dolore e tormento estremi migliorino il sapore e le proprietà della carne. Potreste immaginare che ciò accada al vostro migliore amico ?

Quest’ industria è tutt’altro che limitata, infatti, innumerevoli migliaia di cani sono allevati ogni giorno in queste fabbriche, che non compiono nemmeno con le norme basiche e più economiche degli allevamenti industriali. Questo commercio non ha nessuna ragione per promuovere queste pratiche come “cultura” o “tradizione” del popolo coreano. È un commercio spinto unicamente dall’ avarizia e dagli alti profitti che derivano da questo settore senza regole, libero da tasse ed altamente insalubre che presenta un serio rischio per la salute tanto umana come animale.

Per favore, Vi preghiamo di non girarvi dall’ altra parte, considerando questa questione come semplice “differenza culturale”, Vi chiediamo di contemplare questo problema con genuina compassione e di usare qualsiasi mezzo o metodo in vostro possesso per aggiungere la Vostra voce alle molte che stanno già esercitando pressione per un cambio in Corea del Sud. Questa petizione è solo l’ inizio, Vi preghiamo di aggiungere la Vostra voce ai social media ed altre campagne. Per favore, usate quest’ opportunità unica per aiutare a cambiare la vita di milioni di cani e migliaia di gatti condannati all’ inferno di quest’ industria crudele. Se la Corea del Sud si rende conto che il mondo la sta osservando, spingendola a cambiare e se vuole essere rispettata come una nazione cosciente, i Sudcoreani devono irrigidire le loro medioevali e arretrate leggi di protezione animale e proibire permanentemente il consumo di cani e gatti. Per favore, aiutateci a realizzare questo cambio.

What do we eat? * Cosa mangiamo?

 

Source LIVEKINDLY by Katie Pevreall, Co-Founder, Senior Editor & Journalist – Bristol, UK | Contactable via: katie@livekindly.co   and  Stacey of   our-compass.org
A new Netflix series exploring the corruption and concerning practices of the food industry is set to air in early 2018.
Rotten will be available on the streaming site as of January 5th next year and will take the form of a six-part series. The trailer appears to focus heavily on animal agriculture and the fraud and corruption that takes place in the American farming system.
The trailer also alludes to the number of lies and falsehoods fed to the public concerning their food. One expert suggests that consumers have no idea where their food is coming from or how it’s been treated before it ends up on their plates suggesting that fish is frozen and defrosted multiple times before it hits supermarket shelves, all the while being pumped full of additives to keep it ‘fresh’.
At your supermarket butcher, the parts from a single chicken will run you more than seven dollars. To raise that bird, the grower was paid thirty-six cents.’ says the narrator. Not only does this show how much people are being charged for their food, but also throws into question the ways in which birds are being raised, and the conditions of workers if farmers can do it for a mere 36¢.
Earlier this year, Netflix released What the Health which has become a widely discussed documentary both from supporters of the documentary and those who seek to discredit it. Food production and food access is an issue on the mind of many today, so it’s possible that Rotten will become the 2018 food documentary that everyone’s talking about.

…oOo…

La nuova serie Netflix che esplora la corruzione e le pratiche relative all’industria alimentare è pronta per essere trasmessa da inizio 2018.

Rotten sarà disponibile sul sito streaming dal 5 gennaio del prossimo anno e avrà la forma di una serie in sei parti. Il trailer sembra incentrarsi pesantemente sull’agricoltura animale e sulla frode e corruzione che ha luogo nel sistema agricolo americano (n.d.t. e molto probabilmente in uso anche in Europa/Svizzera).

Il trailer allude anche al numero di menzogne e falsità fornite al pubblico riguardo al loro cibo. Un esperto suggerisce che i consumatori non hanno idea di dove il cibo provenga o di come sia stato trattato prima che finisca sulle loro tavole, suggerendo che il pesce viene congelato e scongelato più volte prima che raggiunga gli scaffali dei supermercati, mentre viene pompato pieno di additivi per mantenerlo ‘fresco’.

“Dal tuo macellaio del supermercato, le parti di un singolo pollo ti costeranno più di sette dollari. Per allevare quell’uccello, il coltivatore è stato pagato trentasei centesimi” informa il narratore. Questo dimostra non solo quanto le persone vengono addebitate per il loro cibo, ma mette anche in dubbio i modi in cui gli uccelli vengono allevati, e le condizioni dei lavoratori se gli agricoltori possono farlo per soli 36 ¢.

All’inizio di quest’anno, Netflix ha rilasciato What the Health (Che salute), che è diventato un documentario ampiamente discusso sia dai sostenitori del documentario sia da coloro che cercano di screditarlo. La produzione di cibo e l’accesso al cibo è oggigiorno  un problema per molti, quindi è possibile che Rotten diventi il documentario alimentare del 2018 di cui tutti parlano.

What about Pigs? * Pancetta e costine…

What does it take to change the habit?
Is it hard not to eat meat? However, do you eat fish?
How can you be without proteins? Are not you sick? You look so pale…

I have heard of all sorts of jokes out of place. Now I do not even notice, I try not to justify myself, but rather to explain my choice from an ethical point of view.

I never liked meat I ate fish more willingly. The change happened gradually, began with the marked discomfort of seeing the “goods” displayed in stores. This made me think. Then I started to have difficulty cooking meat for the family, I always found an excuse to take “pieces” of pre-packaged meat avoiding having to get my bare hands on it.
Then I started to feel discomforted even with the fish, those glassy eyes that stare at you…
The decision was easy, abandoning the consumption of both meat and fish was a kind of deep relief.
Now only both children, more and more rarely, ask to eat meat or fish and for this, the easiest trick is to have dinner at the restaurant!
Since around one year, I stoped eating eggs and to drink milk… I cannot pretend to be vegan since I still eat the cheese (which isn’t so easy to digest, and my body complains).
But when I look at the way calfs and cows are treated (even if we only buy organic products, I’m very suspicious).
This is going to be next step!

The images I choosed make me feel sick, but I guess will bring to some of my readers a nice argumentation.  Here the link of Michelle of Peta full reportage about pigs and piglets

Full report * reportaggio completo

 

A lovely “happy” pig (we don’t know if he’s in a sanctuary…) – on the right, the slaughterhouse, below left discarded baby piglets and other non identified bodies.
Bottom left a pig searching for a caring contact, right the fearfull eye and foaming mouth inside the truck to the death.

…oOo…

Cosa ci vuole per cambiare d’abitudine?
È difficile non mangiare carne? Ma il pesce lo mangi?
Come puoi stare senza proteine? Non sei ammalata? mi sembri così pallida…

Di battute fuori posto ne ho sentite di ogni specie. Ora non ci faccio neppure più caso, cerco non di giustificarmi, ma bensì di spiegare la mia scelta da un punto di vista etico.

Non mi è mai piaciuta la carne, mangiavo più volentieri il pesce. Il cambiamento è avvenuto in modo graduale, è iniziato con il fastidio marcato di vedere la merce esposta nei negozi. Questo mi ha fatto ragionare. Poi ho iniziato ad avere difficoltà a cucinare la carne per la famiglia, trovavo sempre una scusa per prendere “pezzi” di carne pre-confezionati evitando di doverci mettere le mani. Poi ho iniziato ad avere fastidio anche col pesce, quegli occhi vitrei che ti fissano…

La decisione è stata facile, abbandonare il consumo di entrambi carne e pesce è stato una sorta di sollievo.

Ora solo entrambi i figli, sempre più di rado, chiedono di poter mangiare carne o pesce e per questo il trucco più semplice è quello di cenare al ristorante!

Da circa un anno ho smesso di mangiare uova e di bere latte… Non posso fingere di essere vegano visto che mangio ancora il formaggio (che non è così facile da digerire, e il mio corpo si lamenta).
Ma quando guardo il modo in cui i vitelli e le mucche vengono trattati (anche se acquistiamo solo prodotti biologici, sono molto sospettoso).
Questo sarà il prossimo passo!

.

  • Claudine’s novels * i miei romanzi

  • Piccoli passi nella Taiga will be published in the spring of 2019 by Edizioni ULIVO

  • Il Segreto degli Annwyn Edizioni Ulivo – Balerna ISBN 978 88 98 018 079

  • The Annwyn’s Secret Austin Macauley London ISBN 9781785544637 & ISBN 9781785544644

  • The Annwyn’s Secret

  • Silloge Poetica “Tracce” – Edizioni Ulivo Balerna

  • Il Kumihimo del Sole – Seneca Edizioni Torino

    ISBN: 978-88-6122-060-7
  • Il Cristallo della Pace – Seneca Edizioni Torino

    ISBN 978-88-6122-189-5
  • Nebbie nella Brughiera – Seneca Edizioni Torino

    ISBN 978-88-6122-055-3
  • I 4 Elementi – Macromedia Edizioni Torino

  • Cats are my inspiration!

  • Remember, transitioning to a plant-based diet that embraces compassion for the animals, your health and our planet isn’t really difficult. You just have to want to do it! For the sake of us all... :-)claudine
  • Amici del Lupo – Svizzera italiana

  • Donate… to help them!

  • Donate… to help them!

  • Blog Stats

    • 47,250 hits